«HEARTS - Lenny» la recensione di Rockol

L'angelo che suona rock: la recensione dell'album di debutto di Lenny

Trainato dal singolo "hell.o", che si sta rivelando una hit anche nel nostro paese, esce l'album d'esordio della cantautrice ceca. Se è vero che la prima impressione è quella che conta, con questo disco Lenny ci ha fatto davvero una buona impressione.

Recensione del 17 mar 2017 a cura di Mattia Marzi

La recensione

Occhi azzurri, capelli tra il biondo e il castano, faccia pulitissima: guardi Lenny e ti sembra la sorella maggiore di Taylor Swift. Sotto quelle sembianze angeliche e quel viso dolce, però, c'è ben altro. E la copertina rosa fashion del suo album di debutto, "Hearts", può trarre in inganno: ti aspetti l'ennesima sfilata di tormentoni dance-pop, elettronici, perfetti per l'estate. Quando lo ascolti, però, capisci che Lenny si trova da tutt'altra parte.

"Hearts" è frutto di un percorso che Lenny ha cominciato nel 2013 con la pubblicazione degli EP "All my love" e "Fighter" e racconta, in tredici canzoni (tutte in lingua inglese), quelle che sono state le esperienze della cantautrice nel corso degli ultimi anni: dalla frequentazione di un college di musica a Londra (dal 2013 al 2016 - è qui che ha conosciuto l'autrice Federica Giallombardo, che insieme a lei ha scritto "Lover", il primo brano del disco) ad oggi. "Volevo scrivere canzoni che mi rappresentassero, quello che mi accade, quello che sento e che voglio esprimere. Volevo creare canzoni che ispirassero la gente e che tutti volessero ascoltare più e più volte", ha detto lei, a tal proposito.

 

"hell.o", la canzone che sta facendo conoscere Lenny anche nel nostro paese, è una canzone folk rock, chitarristica e molto suonata e rappresenta bene lo spirito del disco: non ci sono ammiccamenti al pop d'alta classifica, non ci sono quei pezzi dance-pop tamarri da ballare in spiaggia. Le sonorità sono scarne: chitarre, percussioni, basso. La voce di Lenny è spesso graffiante, ruvida. Un riferimento preciso, per la cantautrice ceca, sembra essere rappresentato da Tori Amos, che rieccheggia più volte nel corso del disco: "FUN." è uno dei pezzi più toriamosiani - se ci passate il termine - con quei chitarroni sporchi, sonorità quasi acide e la voce incazzatissima e ruvidissima di Lenny. E così anche "Lover" e "Bones". Al lato opposto troviamo invece ballate più malinconiche, come "My love" (che ricorda certe canzoni di Lana Del Rey) "Relase me" e la title track.

Se è vero che la prima impressione è quella che conta, con questo suo album d'esordio Lenny ci ha fatto davvero una buona impressione. La cantautrice ha in mano un mucchio di carte bellissime: tutto sta, adesso, nel riuscire a giocarsele bene, quelle carte. In questa partita, noi siamo dall'altra parte del tavolino, la teniamo d'occhio e siamo curiosi di scoprire cosa combinerà.

TRACKLIST

01. Lover (02:48)
02. Bones (04:02)
04. Interlude: My Love (00:31)
05. My Love (02:14)
07. Release Me (03:57)
08. FUN. (02:40)
09. Alive Enough? (03:29)
10. Ghosts (03:43)
11. Hell.o (02:49)
12. Hearts (03:29)
13. Hladina (04:08)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.