«ACOUSTIC - Simple Minds» la recensione di Rockol

I Simple Mines staccano la spina: ecco "Acoustic"

Come fa una band dal suono epico a incidere un disco unplugged, rielaborando i propri successi senza la carica delle versioni originali? I Simple Minds provano a dare una risposta con "Acoustic".

Recensione del 10 nov 2016 a cura di Redazione

La recensione

Come fa una band dal suono epico a incidere un disco unplugged, rielaborando i propri successi senza la carica delle versioni originali? I Simple Minds provano a dare una risposta con "Acoustic".

La storia del disco

Dopo una session acustica incisa per la BBC nel 2014, per promuovere l'ultimo album di studio "Big music", i Simple Minds hanno deciso di sperimentare con questo formato, inedito per la band. Preparando un concerto in Svizzera, il gruppo ha iniziato a rielaborare le canzoni del repertorio con arrangiamenti basati su strumenti non elettrici e da qua è nato il disco, inciso Jim Kerr e Charlie Burchill con il basso di Ged Grimes, Sarah Brown alla voce, le chitarre di Gordy Goudie e le percussioni Cherisse Osei.

Come suona e cosa c’è dentro

"Anything but acoustic": così Kerr e Burchill hanno definito il disco: e hanno ragione. 12 canzoni (15 nella versione in vinile), che suonano tipicamente Simple Minds anche in questa versione. "New Gold Dream (81-82-83-84)" non perde nulla anche "unplugged", e neppure le mega hit come “Alive And Kicking” e “Don’t You (Forget About Me)”, che sostanzialmente rispettano gli arrangiamenti classici, pur senza elettricità. 

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)

Alla fine, è una sorta di "Best of" sui generis. Se vi piace il rock anni '80, se siete affezionati a quel suono e a queste canzoni, "Acoustic" merita un ascolto. Suona bene e familiare. E', di fatto, un disco per nostalgici, tenendo anche conto del formato "Unplugged", che andava di moda anni fa. 

La canzone fondamentale

Bello il duetto con la conterranea scozzese su "Promised you a miracle". Ma le canzone che funzionano di più sono quelle che sfruttano al meglio il formato acustico, come "The american" e "Glittering prize"

TRACKLIST

01. The American (04:29)
03. Glittering Prize (04:07)
04. See The Lights (04:57)
05. New Gold Dream (04:57)
07. Waterfront (05:15)
08. Sanctify Yourself (04:59)
09. Chelsea Girl (04:27)
10. Alive And Kicking (05:52)
12. Long Black Train (04:35)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.