«THREE - Phantogram» la recensione di Rockol

Phantogram - THREE - la recensione

Recensione del 22 set 2016

La recensione


Il duo lettropop dei Phantogram pubblica il suo terzo album in studio, intitolato proprio "Three". Il disco, che segue la pubblicazione dell'EP pubblicato con il nome di Big Grams, in collaborazione con Big Boi degli OutKast, raggiunge il mercato a due anni di distanza dall'uscita del precedente "Voices". Il secondo album del duo, uscito nel 2014, era stato un successone: 115.000 copie vendute, undicesimo posto nella classifica di vendita americana e recensioni piuttosto positive da parte della critica. Quello che i Phantogram cercano con questo nuovo lavoro è una riconferma del successo.

Questa conferma provano a raggiungerla riproponendo un po' quanto già fatto nel precedente disco: un mix di elettronica, trip hop e indie pop, che poi è anche la loro cifra stilistica. A condire il tutto, però, Josh Carter e Sarah Barthel ci mettono quell'attitudine sperimentale e hip hop che aveva caratterizzato l'EP realizzato in collaborazione con Big Boi degli Outkast.

Ad ascoltare "Three" si percepisce questa voglia di alzare ancor di più l'asticella: il disco è una sorta di ritorno alle origini da parte del duo (che è tornato nella città natale di Atlanta per scrivere il nuovo materiale, poi registrato a Los Angeles) e al tempo stesso è un tentativo di spingersi oltre. Le dieci canzoni dell'album risultano più oscure e psichedeliche, pur contenendo alcune tra le più brillanti e introspettive melodie pop che la band ha composto fino ad oggi, come ad esempio il ritornello del singolo "You don't get me high anymore".

TRACKLIST

01. Funeral Pyre (04:05)
02. Same Old Blues (03:31)
04. Cruel World (02:57)
05. Barking Dog (03:02)
06. You're Mine (02:51)
07. Answer (03:51)
08. Run Run Blood (04:59)
09. Destroyer (04:17)
10. Calling All (03:41)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.