«VOLANDO AL CONTRARIO - Giò Sada» la recensione di Rockol

Giò Sada - VOLANDO AL CONTRARIO - la recensione

Recensione del 21 set 2016 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Giò Sada non è il primo vincitore di X Factor a pubblicare un disco dopo 9 mesi. L’uscita ravvicinata di un lavoro di inediti è cosa relativamente recente, per il talent di Sky. Una "tradizione" iniziata per Chiara Galiazzo e continuata con Lorenzo Fragola, ma interrotta per Michele Bravi, che preferì prendersela “A passi piccoli”, uscendo dopo sei mesi. Ma la storia di Giò Sada che si è imposta è quella del “E’ sparito”: forse perché ci si aspettava l'ultima edizione venisse  vinta dagli Urban Strangers, e perché Giò Sada era un concorrente per certi versi fuori dai canoni, più legato al rock, il cantante di una band che partecipava da solo al talent. Comunque, la figura "ibrida"  del cantante barese si è riverberata nel post-vittoria: lui stesso ce l'ha raccontato nell’intervista, spiegando anche alcune esternazioni ai concerti estivi e la volontà di incidere un disco a modo suo, con i propri tempi, "da artigiano".

Con questo album, Giò Sada (che una volta era Giosada, tutto attaccato) cerca di arrivare ad una sua identità che ricomprenda sia la prima parte della sua vita artistica, quella della band rock pre-X Factor, sia quella mainstream derivata dalla vincita al talent.  Della prima dimensione fa parte il fatto che “Volando al contrario”  è l’album pensato e inciso dai BariSmoothSquad, anche se è accreditato al solo cantante. Della seconda dimensione, la presenza dei produttori Luca Rustici e Luca Chiaravalli la cui presenza dà alle canzoni un suono pulito e preciso.

Canzoni come il singolo e title track (una delle due canzoni prodotte da Chiaravalli) strizzano l'occhio al pop-rock, “Una crepa” inserisce sulle chitarre effetti elettronici, “Lago” è una ballata r’n’b moderna, “Deserto” e “Sto bene” richiamano gli U2 (e, in seconda battuta, i Coldplay). Il lavoro di Rustici è ottimo, ma la sensazione è che faccia fatica ad incontrarsi con la scrittura pulita del gruppo. Alla fine, il risultato è qualcosa che rimane lì in mezzo, un oggetto indeciso se essere l’album di un cantante mainstream o quello di una rock band. Di certo un disco iper-professionale più che figlio di quell'artigianalità richiamata dal cantante nell'intervista. 

Un peccato, perché mi sembra invece che i momenti migliori dell’album siano quelli più minimalisti: “Lago”, appunto, o la delicata “You Should Have Called Me”, la versione piano e voce di “Il rimpianto di te” (che continua a non convincermi come canzone, ma questa è un’altra storia: in questa veste suona bene) e la bella cover di Norah Jones finale, in punta di chitarra (non a caso l'unico brano prodotto in autonomia). Tutti i momenti in cui la voce di Giò Sada, bella ed espressiva, viene fuori al meglio.

TRACKLIST

02. Sogno lucido (03:22)
03. Una crepa (03:05)
04. Lago (03:39)
05. Deserto (02:53)
06. Esistente (03:29)
09. Ciò che lascio (03:24)
10. Isola (03:00)
12. Come Away with Me (03:13)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.