«ENTRO IN PASS - Il Pagante» la recensione di Rockol

Il Pagante - ENTRO IN PASS - la recensione

Recensione del 17 set 2016

La recensione


Il primo pezzo di Il Pagante, uscito a gennaio 2012, si intitolava "Entro in pass". Girato con un iPhone 4, voleva rappresentare la parodia tipica dei ragazzi del centro di Milano: moda, mondanità, punti di ritrovo, slang. A quattro anni di distanza, sono cambiati i trend ma la mentalità è rimasta sempre la stessa e il trio milanese, rinnovatosi negli anni, riparte da dove aveva iniziato: entrando "in pass al Lime" (il Lime Night è un locale milanese) rigorosamente con "tuta Adidas e Nike". L'album del trio non può non partire così e da questa canzone, che rappresenta la "porta del lime Light" dalla quale si entra "solo in pass" e che rappresenta la porta della "paganza" di cui Eddy, Roberto e Federica rappresentano una sorta di guida.





"#Sbatti" (scritto rigorosamente con l'hashtag davanti) è il brano che ha permesso l'esplosione del gruppo: "Tutti pronti per un altro party" è uno slogan da social network perfetto per la vita "pagante". L'asticella della paganza si alza ancora di più per "Faccio after", perché - spiegano loro - "la festa di un pagante non finisce mai": l'after è l'emblena della mondanità crepuscolare, il desiderio di giovinezza che vuole esprimersi anche in tarda serata, rompendo la distinzione tra giorno e notte. Ma il pagante, in discoteca, si può anche innamorare: e il gruppo racconta l'innamoramento in "La shampista", come se fosse una favola. Si tratta di una versione aggiornata di "La regina del celebrità" che ripercorre gli anni '90 e arriva fino ai giorni nostri tramite la musica: se Max Pezzali ragazzino salisse sulla macchina del tempo, al Celebrità troverebbe oggi "la regina di Instagram" e i giovani ragazzi del Pagante che con ironia ne cantano il ritratto. E poi ancora: "Vamonos", inno di vacanza che rievoca gli anni '80 dei paninari e gli anni '90 delle storie di Vanzina, e "Bomber", la quintessenza di luoghi comuni come tavoli, donne, privé e champagne.

Ironia è la parola chiave: Il Pagante sembra prendersi beffa dei giovani di oggi e delle loro abitudini e mode. Nel fare questo, però, il trio finisce per diventare il portavoce di questa generazione: e a questo punto, risulta difficile capire dove finisca la presa per i fondelli e inizi la serietà.

TRACKLIST

02. #Sbatti (03:04)
03. Faccio after (03:49)
04. La shampista (03:32)
05. Pettinero (04:19)
06. Fuori corso (03:33)
07. Vamonos (03:18)
08. Bomber (03:14)
09. Wi-Fi (03:41)
10. Dam (02:27)
11. Tomorrowland (03:12)
12. Ultimo (03:35)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.