«WAY DOWN IN THE JUNGLE ROOM - Elvis Presley» la recensione di Rockol

Elvis Presley - WAY DOWN IN THE JUNGLE ROOM - la recensione

Recensione del 20 ago 2016

La recensione

In anticipo di un anno rispetto al 40esimo anniversario dalla morte del leggendario Re del Rock'n'roll, RCA Records e Legacy Recordings regalano ai fan di Elvis e agli appassionati dell'iconico artista di Tupelo un doppio album contenente le sue ultime registrazioni da studio. Il disco mette insieme, per la prima volta in un'unica raccolta, le registrazioni delle due sessioni del febbraio e dell'ottobre del 1976 nello studio domestico di Presley in quel Graceland, la dimora del Re, con la produzione esecutiva di Elvis stesso e con la produzione di Felton Jarvis, suo collaboratore tra il 1966 e il 1977. Dal momento che questo studio era stato soprannominato la "Jungle room", il titolo non poteva che essere "Way down in the Jungle room", in riferimento alla riscoperta di queste registrazioni. A rispolverare il tutto è stato chiamato l'ingegnere del suono Matt Ross-Spang, già premiato ai Grammy.



Nelle session del 1976, Elivs si fece accompagnare da diversi musicisti che portava con sé anche in tour: James Burton alla chitarra, Ronnie Tutt alla batteria, David Briggs e Glenn D. Hardin alle tastiere, Jerry Scheff e Norbert Putnam al basso e J.D. Sumner & the Stamps ai cori.

Molte delle registrazioni di quelle due importanti session, come ad esempio la hit "Hurt", furono pubblicate nella primavera del 1976. Altre furono accorpate a materiale dal vivo e pubblicate nel luglio del 1977, un mese prima della morte di Elvis, per l'album "Moody blue". A detta dei produttori del disco, "Way down in the Jungle Room" offre una nuova prospettiva a quelle registrazioni. Il secondo disco, che merita una particolare attenzione, contiene le outtakes mai pubblicate.

TRACKLIST

DISC 1 - THE MASTERS
01. Way Down (02:38)
04. Pledging My Love (02:51)
05. For the Heart (03:22)
06. Love Coming Down (03:07)
07. He’ll Have to Go (04:32)
09. Hurt (02:07)
10. Never Again (02:51)
11. Danny Boy (03:56)
12. Solitaire (04:40)
13. Moody Blue (02:49)
16. The Last Farewell (04:02)

DISC 2 - THE OUTTAKES
02. She Thinks I Still Care ‐ take 10 (06:30)
03. The Last Farewell ‐ take 2 (05:37)
05. I’ll Never Fall in Love Again ‐ take 5 (04:04)
06. Moody Blue ‐ take 1 (03:53)
08. Hurt ‐ take 3 (02:30)
10. Never Again ‐ take 9 (03:56)
11. Love Coming Down ‐ take 3 (03:17)
12. Blue Eyes Crying in the Rain ‐ take 4 (04:59)
13. She Thinks I Still Care ‐ (alternate version) take 2 (04:26)
17. For the Heart ‐ take 4 (04:13)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.