«CIRKUS - King Crimson» la recensione di Rockol

King Crimson - CIRKUS - la recensione

Recensione del 04 giu 1999

La recensione

Trent’anni di carriera, 10 cambi di formazione, 11 album di studio (12 se consideriamo anche il mini-cd VROOM), praticamente altrettanti tra antologie e dischi live (soprattutto perché la metà di questi sono doppi, tripli o cofanetti vari). I King Crimson di Robert Fripp vivono quasi una realtà da paradosso: erano talmente bravi e talmente avanti – in quasi ognuna delle loro incarnazioni – da poter permettere oggi al loro sempiterno leader di aprire i cassetti ogni quanto ne ha voglia e lasciar uscire registrazioni live rischiando sempre di farci una bella figura. Il sottotitolo di CIRKUS è “The young person’s guide to King Crimson – live” e rimanda a quella che fu la prima antologia vera e propria dedicata al gruppo e pubblicata nel 1976, quasi fosse da considerarsi un suo compendio live. E di fatto sui due cd in questione spazia tutta la storia musicale del gruppo, divisa forse con l’unico senso che era possibile dare all’operazione, cioè con i Crimson di ‘dopo’ per primi, e con quelli di ‘prima’, dopo. Il prima e il dopo si riferiscono naturalmente allo spartiacque naturale della storia del gruppo, caduto a metà degli anni ’70 dopo la pubblicazione dell’album RED. Fin Lì era stato progressive: sui generis, magari, con inclinazioni insane verso l’estetica del free e di certo rock cerebrale, ma pur sempre progressive. Dal 1981 in poi, invece, quando il gruppo si ripresenta con DISCIPLINE, appare chiaro che la musica che esce da quel disco ha poco e niente in comune con quella passata: è rock contemporaneo aperto ad ogni genere di fusione, un suono neurotico fatto di frippertroniche incursioni nel mondo del rumorismo e dell’intelletto puro, accompagnate all’utilizzo di discipline orientali applicate alla musica. E’ un nuovo corso che prosegue tuttora, come messo in mostra proprio dagli episodi più recenti del repertorio Crimson. La separazione tra i due cd, comunque, non è legata al cambio di organico (che altrimenti saremmo ancora qui a cercare di capirci qualcosa), quanto al cambio di repertorio e le date messe accanto al titolo di ogni cd si riferiscono all’arco temporale relativo alle registrazioni: così vi potrà capitare di incontrare la stessa line up suonare brani recenti sul primo cd e cose più vecchie sul secondo. CIRKUS è essenziale come quasi tutti i lavori dei Crimson, ma lo consigliamo soltanto a chi sia a digiuno di registrazioni live del gruppo, peraltro affluite copiosamente sul mercato in questi anni. “The young person’s guide…” vuol dire proprio questo: se siete giovani, e non li conoscete, questo fa per voi. Altrimenti probabilmente saprete già tutto.

TRACKLIST

CD 1: NEON HEAT DISEASE 1984-1998
03. Red
04. B’BOOM
05. Thrak
06. 1 ii 2
11. Deception of the thrush

CD 2: FRACTURED 1969-1996
07. Improv: besancon
09. Larks’ tongues in aspic (part II)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.