«NO BAGGAGE - Dolores O'Riordan» la recensione di Rockol

Dolores O'Riordan - NO BAGGAGE - la recensione

Recensione del 11 set 2009 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Ciò che ti rende forte può anche essere la tua condanna. In termini artistici, ovviamente: stiamo parlando della voce di Dolores O’Riordan, altrettanto ovviamente. Che è particolarissima, amatissima. Forse non è stata la prima ad usare quel falsetto così particolare (avete presente la prima Sinead O’ Connor?). Ma è sicuramente quella rimasta più impressa nell’immaginario collettivo, fin dai tempi dei Cranberries.
La sua carriera solista ha avuto uno strano percorso: il suo primo album, “Are you listening?” è arrivato nel 2007, a diversi anni dalla fine – non annunciata – della band. Ora arriva questo “No baggage”. Chiariamo subito le carte in tavola: è un disco piacevole, più a fuoco del precedente. Ma esattamente come il debutto solista, non osa granché, e potrebbe tranquillamente essere scambiato per un disco della sua vecchia band.
Quest’ultimo effetto è sicuramente causato dalla particolarità della voce di Dolores, di cui si diceva poc’anzi. Mentre la sperimentazione non è mai stata granché nelle corde neanche dei Cranberries. “No baggage” fa il suo onesto dovere, tra pop-rock chiaramente retrò, come “Skeleton”, brani più ariosi a-là-U2 come “Switch off the moment” e “It’s you” e ballate alla “Apple of my eye” (che è un brano del disco precedente reinciso, chissà perché poi?). Qualche accenno a nuove strade arrivano con i ritmi etnici di ”Throw your arms around me”, ma è solo un accenno.
Pubblicizzato come il suo lavoro più intimo da diversi anni (ma la profondità lirica non è mai stata la forza di Dolores, anche ai tempi dei Cranberries, “No baggage” è in realtà più semplicemente il secondo passo alla ricerca di un’identità solista che al momento è ancora molto, troppo vicina a quella dei Cranberries, nel bene e nel male.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.