«PROSPEKTS MARCH - Coldplay» la recensione di Rockol

Coldplay - PROSPEKTS MARCH - la recensione

Recensione del 15 dic 2008 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

"Prospekt" dovea essere il titolo del nuovo album dei Coldplay, quello che fini per esser “Viva la vida” e che uscì la nuova estate. Adesso arriva invece “Prospekts March”. Una leggera differenza nel titolo, ma la sostanza non cambia: i Coldplay vanno alla conquista del mondo, insidiando seriamente lo scranno degli U2 – che nel frattempo hanno rimandato il loro disco – di band più famosa del mondo.
Viene definito come un Ep, venduto a parte e in una nuova edizione di “Viva la vida”, ma di fatto è quasi un album. O, meglio: un mini album, come si faceva una volta: 8 brani, quasi 30 minuti- E' vero che alla fine le canzoni nuove sono “solo” 5, e che una - “Postcards from far away” è uno strumentale di meno di un minuto. Ma il materiale qua presente ci dà la misura della creatività dell'ultimo periodo della band.
Per intenderci: “Life in technicolor II” è meglio della sua quasi omonima che apriva “Viva la vida”: qua è cantata, là era praticamente strumentale con alcuni vocalizzi. “Lost” è una gran canzone ma nella nuova versione con Jay-z non convince più di tanto perché la voce del rapper sembra appicicata sopra.
Le nuove canzoni, sopratutto “Glass of water” sono invece tendenzialmente un po' più dirette di quelle di “Viva la vida”, che in alcuni momenti sembrava soffrire un po' troppo del “complesso di Brian Eno”, ovvero del sovraccarico di suoni e idea.
Sia quel che sia, “Propekts march” potrà anche essere letto come un'operazione un po' megalomane alla U2, ma va letto per quel che è: una bella sopresa, un bel regalo di Natale, un insieme di belle canzoni che non ti aspetti da una band che ha pubblicato un disco neanche sei mesi fa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.