«PORTISHEAD - Portishead» la recensione di Rockol

Portishead - PORTISHEAD - la recensione

Recensione del 01 gen 1998

La recensione

Lasciamo perdere la cosiddetta "Scena di Bristol": ammesso che sia esistita, è cosa di un anno e mezzo fa e nessun media musicale britannico ne parla più da, appunto, un anno e mezzo. Parliamo di "Portishead", il secondo lavoro dell'enigmatico gruppo della timidissima cantante Beth Gibbons, da un punto di vista esclusivamente musicale. E allora diciamo che è una botta tremenda. Bello? E come si fa a dirlo? Certo è una cosa sfuggente, isolazionista, spesso claustrofobica, con la produzione volutamente lo-fi. Il manifesto è forse "Undenied", terzo pezzo. Fruscii da giradischi in sottofondo, melodia straziante, disperata, alla This Mortal Coil, background musicale minimalista. La voce di Beth è una passeggiata nell'inverno, nella pioggia più nera. Il finale è un carosello triste, da struggimento. Anche la seguente "Over", prossimo singolo del gruppo, non è forse da meno: il suono è distante, la sua voce filtrata, pare che la band stia suonando nel palazzo di fronte. Un esercizio agghiacciante, in un certo senso estremo, nondimeno potente. Se poi a "Mourning air" togli un paio di fiati e cambi la ritmica, ti ritrovi con la stessa atmosfera d'un pezzo dei Joy Division: la stessa discesa negli anfratti più bui dell'anima, lo stesso senso d'impotenza. I Portishead, o forse Dio, ci hanno dato un CD lontanissimo dalle mode, alle quali concedono solo quelle sfumature lo-fi che in questo momento storico non stonano. Per il resto, un lavoro magistrale, unico, difficilmente ripetibile, che marlonbrandeggia con noncuranza, evocatio suprema. Il bello, che concetto sfuggente.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.