«200 KM/H IN THE WRONG LANE - t.A.T.u.» la recensione di Rockol

t.A.T.u. - 200 KM/H IN THE WRONG LANE - la recensione

Recensione del 07 ott 2002

La recensione

Dice Trevor Horn, che le ha “importate” in Europa lavorando all’edizione inglese dell’album, che il loro pop elettronico "ha qualcosa di particolarmente incisivo e tagliente". Di incisivo, nel disco di debutto delle lesbo-teen Julia e Lena, a dire il vero non c’è un granché. E’ forte il singolo “All the things she said”, che corre a mille battiti al minuto più che a 200 km all’ora, ma il resto è francamente più simile a bubblegum pop che altro. E di tagliente ci sono solo le voci delle due, una delle quali (sarà Lena o sarà Julia?) ti trapana realmente il cervello: provate ad ascoltare “Malchick gay” e capirete. Ci si chiede spesso perché la musica oggi sia quasi senza eccezione frutto di abili manovre più che di reale talento. La risposta probabilmente è un semplice “perché funziona così”, perché la gente vuole questo. Eallora ben vengano Julia, Lena e le loro mossette, le loro vocine senza spessore, unidimensionali e monotòne, che non danno nessun fastidio ma che detto francamente non riescono a entusiasmare, adatte a far ballare per una sera o una stagione ma certo non a lasciare il segno per la vita. Tra l’altro chi sta dietro il progetto non ha nemmeno troppa inventiva: i brani dell’album sembrerebbero 11, in realtà sono 9, considerato che in tracklist c’è la versione russa del singolo e anche una (indispensabile!) extended version di “Show me love”.
Con questo non vogliamo dire che le enigmatiche Julia e Lena non sappiano fare il proprio mestiere: sono fresche e vivaci (anche se considerata l’età questo è il minimo che ci si possa aspettare da loro), hanno presenza, determinazione, capacità di muoversi (e di baciarsi) sul palco. Per dimostrare cosa, chissà: ma questo, naturalmente, è un altro discorso.


(Paola Maraone)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.