«I AM SAM - SOUNDTRACK - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - I AM SAM - SOUNDTRACK - la recensione

Recensione del 24 gen 2002 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Il canzoniere dei Beatles è sicuramente il più noto della storia del pop. Come tale, è stato abbondantmente “saccheggiato” nel corso degli anni da altri artisti che, per rispetto ammirazione o solo per farsi belli, ne hanno reinterpretato quasi tutte le pagine, note e meno note. Le cover beatlesiane, i dischi tributo non si contano più. Alla notizia della pubblicazione di questo disco, costituito appunto da reintrepretazioni di classici dei Fab Four, la prima reazione sarebbe potuta leggittimanente essere un “un’altra volta?”. Questo nonostante la lista dei nomi coinvolti sia di ottimo livello: da Ben Harper a Eddie Vedder (Pearl Jam), da Nick Cave a Sheryl Crow ai Wallflowers, passando per i nomi di punta del roster V2, che pubblica il disco: Stereophonics, Black Crowes, Chocolate Genius, Heather Nova, Aimee Mann con il marito Michael Penn.
Questo disco in realtà è qualcosa di diverso: è la colonna sonora di un film il cui protagonista (Sean Penn, fratello del già citato Michael; o, meglio, Michael è il fratello di Sean, in termini di notorietà) è un uomo con problemi di sviluppo mentale che cerca di mantenere la custodia della figlia, con l’aiuto di un avvocato (Michelle Pfeiffer) e che, nella sua lotta, cita continuamente le canzoni dei Beatles. “Love is all you need” recita il sottotitolo (anche se “All you need is love” non è presente nella colonna sonora). Siccome ottenere una canzone eseguita dai Beatles è un’impresa, deve essere stato più facile farle reintepretare ex-novo ottenendo il permesso dai titolari dei diritti. Questo spiega la struttura della colonna sonora, smorzando l’effetto negativo che può fare la trita e ritrita idea del tributo.
Detto questo, il dubbio di partenza rimane: che senso può avere reinterpretare ancora i brani dei Beatles? Questa colonna sonora non lo risolve affatto: le cover sono pressoché tutte molto fedeli, senza particolari guizzi interpretativi. Ben Harper, Black Crowes, Eddie Vedder, per citare i nomi più noti, sono molto rispettosi nei confronti dei brani (rispettivamente “Strawberry fields forever”, “Lucy in the sky with diamonds” e “You've got to hide your love away”), così come quasi tutti gli altri colleghi. Spiccano la personale versione di “Let it be” di Nick Cave (la classe non è acqua: si sente anche in esecuzioni semplici come questa), la belle riletture di "Across the universe" di Rufus Wainwright e di "Mother nature's son" di Sheryl Crow; leggermente differenti dall’originale le versioni acustiche di “Nowhere man” dell’ex-Replacement Paul Westerberg e di “Don’t le me down” degli Stereophonics.
Insomma: non aspettative meraviglie. “I am Sam” è un buon disco, indicato soprattutto ai fan dei gruppi citati, a cui farà piacere sentire i propri beniamini alle prese con dei classici, e a chi vuole ascoltare una raccolta “beatlesiana” fino al midollo. Un disco che scorre via piacevole: le canzoni non si discutono, ovviamente; forse si poteva osare un po’ di più per le intepretazioni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.