«EGO, OPINION, ART & COMMERCE - Goo Goo Dolls» la recensione di Rockol

Goo Goo Dolls - EGO, OPINION, ART & COMMERCE - la recensione

Recensione del 28 ago 2001

La recensione

I Goo Goo Dolls scelgono il 2001 per fermarsi a fare il punto della situazione: e pubblicano "Ego, opinion, art and commerce", decorosa raccolta dei ventidue brani che hanno fatto la (loro) storia.
Ma immediatamente salta all'occhio un particolare: in realtà questo non è un normale "Greatest hits", fatto per attirare compratori pigri e un po' indecisi, bensì (almeno sembra) la descrizione del modo in cui i Goo Goo Dolls vorrebbero essere ricordati dal pubblico: una band attenta al sentimento ma più che altro a suonare hard rock come si deve. Così, gli amanti delle melodie si mettano il cuore in pace. Qui non c'è "Iris", la ballata strappacuore che pure ha aiutato tanto la band a esplodere. E mancano "Name", "Dizzy", "Slide", quasi che i Goo Goo Dolls se ne fossero stufati, e volessero ora uscire dal cliché che li dipinge come duri dal cuore tenero.
Non ci sono inediti, qui, né versioni dal vivo: solo ventidue canzoni remixate da Chris Lord-Alge, alcune delle quali leggermente diverse da come eravamo abituati a sentirle. Niente di essenziale, niente di imperdibile, ma una ricostruzione (abbastanza) fedele dei quasi quindici anni di storia del gruppo.
I fan più attenti potrebbero lamentarsi: che farsene di un disco in cui, in fondo, non c'è nulla di nuovo, e dal quale le canzoni più belle sembrano essere state lasciate fuori di proposito? A dire il vero, (almeno) un motivo per comprarlo c'è: all'interno del CD è incluso un programma che permette di accedere a un sito con la registrazione di due spettacoli per la radio, quattro curiose cover, una newsletter, video, foto e l'irresistibile "Lazy eye", già inclusa nella colonna sonora di "Batman e Robin".

(Paola Maraone)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.