«TURN 21 - Donnas» la recensione di Rockol

Donnas - TURN 21 - la recensione

Recensione del 24 gen 2001

La recensione

“Le Donnas compiono 21 anni”. Un bel guaio, quando si ha una carriera costruita sulla favola del rock'n'roll come luogo privilegiato per gli eccessi da teenager. Comunque, le quattro Donnas non ci fanno caso e tirano dritte per la loro strada, fatta di canzoni brevi e invariabilmente costruite su riff di chitarra che pagano tributo soprattutto all’hard rock, Kiss in testa. Trattandosi di un gruppo femminile, è ovviamente assente il machismo caratteristico del genere. Anzi, l’atteggiamento tipico da rockstar sciupafemmine viene ribaltato in “40 boys in 40 nights”, in cui Donna A. racconta con disinvoltura di avere ragazzi un po’ dappertutto. Non ci si trova però di fronte ad arrabbiate femministe pronte ad avventarsi con la furia di Lorena Bobbitt contro gli stereotipi del “cock-rock”. In passato, le Donnas non hanno avuto problemi a suonare cover dei Motley Crue e le riot grrrl hanno sì lasciato una traccia evidente su di loro, ma principalmente per aver mostrato come le ragazze potevano farsi ascoltare suonando rock’n’roll. La rabbia delle L7 o delle Bikini Kill non abita da queste parti e la parola d’ordine principale è il divertimento. Insomma, le Donnas non sono ragazze che mostrano il dito medio ai papà. Tant’è vero che Baxter Robinson, chitarrista professionista, non ha esitato a passare amorevolmente le proprie conoscenze alla figliola Allison, ovvero Donna R. Detto ciò, “Turn 21” si fa ascoltare senza problemi da chiunque ami il rock 'n' roll da festa caciarona, pur non essendo un capolavoro. Sfodera qualche ritornello particolarmente riuscito (“Livin’ after midnight” e “Drivin’ thru my heart” ad esempio) e un’apprezzabile approccio terra terra a un genere musicale che ha smarrito gran parte del suo fascino adolescenziale originario. Cosa faranno da grandi le quattro ragazze? Troveranno, come accadde alla loro progenitrice Joan Jett, una "I love rock 'n' roll" che le proietterà in cima alle classifiche? Ma vogliono davvero lasciare il laghetto delle indie per l'oceano delle major? Ah, che problema non essere più teenager…


(Paolo Giovanazzi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.