«MORE LIGHT - J Mascis» la recensione di Rockol

J Mascis - MORE LIGHT - la recensione

Recensione del 12 nov 2000

La recensione

Secondo disco per J Mascis, ex leader dei Dinosaur Jr, ovvero uno dei gruppi che ha fatto la storia dell’alternative rock americano. Un secondo disco che, dopo le sbilenche e acustiche melodie del suo album d’esordio come solista (“Martin and me”), segna un deciso ritorno al passato, al passato rumoroso e assordante dei Dinosaur Jr. Sì, perché J Mascis questa volta ha confezionato una serie di brani (11, per la precisione) in cui a farla da padrone sono ancora le chitarre, chitarre che, come in passato, garantiscono quei muri di suono, quelle tempeste elettriche, quei frastuoni elettrici in feedback che hanno contraddistinto la produzione di questo artista e della sua band per più di un decennio. Un disco nostalgico, dunque? Senza dubbio. “More light” è un album retrò che non aggiunge nulla a quanto detto da Mascis in passato. Una lacuna? Per niente. Mascis è retrò ma nel suo campo - la scrittura di canzoni “rumorizzate”, di melodie nascoste dietro al rumore - ci sa fare. Lo dimostra anche in questo disco, con una sequela di brani che, sia pur facendo come sempre il verso alla laconicità di uno dei suoi eroi preferiti (Neil Young) e sia pur suonando molto “Dinosaur”, riesce comunque a conquistarci con canzoni ineccepibili. Tra queste “Sameday” e “All The Girls” , pop song scritte con Robert “Guided By Voices” Pollard (uno che di melodie pop ne capisce parecchio) o dimostra di avere ancora orecchio per il rock pesante (ascoltare “I’m not fine”, anch’esso scritto con Pollard, per credere). Insomma, Mascis non sarà sicuramente un profeta del nuovo rock. Molti lo danno da tempo in fase discendente. Eppure questo disco, con alcune sue chicche (la title track scritta e suonata insieme a Kevin Shields, leader dei sempre più “ricercati” My Bloody Valentine) e le sue semplici canzoni, lascia il segno e si lascia ascoltare dall’inizio alla fine.

(Gian Paolo Giabini)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.