«NEW TATTOO - Motley Crue» la recensione di Rockol

Motley Crue - NEW TATTOO - la recensione

Recensione del 11 nov 2000

La recensione

“Il concetto alla base del gruppo è estremamente semplice. Molto tempo fa ho imparato che far spettacolo significa divertire e questa è la specialità dei Mötley Crüe”. In queste poche parole del bassista Nikki Sixx è concentrata tutta la filosofia che pervade la proposta del quartetto americano. Una filosofia che ha fruttato un bel po’ di bigliettoni, alla luce dei 40 milioni di dischi venduti nel mondo. E il nuovo album “New tattoo” non aggiunge nulla di nuovo a quanto finora espresso dalla band: chitarre roventi, testi arroganti e la caratteristica voce di Vince Neill a costruire un sound semplice e diretto, di stampo puramente rockandrollistico. Ci sono invece un paio di novità per quanto riguarda le “risorse umane”: in organico è entrato il nuovo batterista Randy Castillo (dalla band di Ozzy Osbourne)mentre alla consolle in studio c’è il nuovo produttore Mike Clink, già collaboratore dei Guns N’ Roses. Il disco fila via liscio e si fa ascoltare senza difficoltà battendo il piedino e agitando la folta chioma (per chi ce l’ha). Dopo “Hell on high heels”, che giaceva incompleto in un cassetto da quasi dieci anni, i Crüe vengono “Punched in the teeth by love”, si candidano a diventare “1st band on the moon”, celebrano il fascino di Sunset Strip in “Hollywood ending” e si innamorano anche di una “Porno star”. Sull’album è presente anche una cover della sarcastica “White punks on dope” dei Tubes, perfetta per il repertorio live. Secondo gli autori, “New tattoo” contiene il solito rock “grezzo e sporcaccione, roba che invita a spogliarsi”, almeno per farsi un nuovo tatuaggio.
(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.