«FORBIDDEN FRUIT - Elegy» la recensione di Rockol

Elegy - FORBIDDEN FRUIT - la recensione

Recensione del 03 nov 2000

La recensione

Il dubbio se Eduard Hovinga fosse stato il miglior vocalist mai avuto dagli Elegy, dopo ben tre dischi all’attivo (compreso questo nuovo “Forbidden fruit”) dovrebbe essere stato oramai sfatato. Il lavoro di Ian Parry è certamente migliorato con il tempo ed il ricordo del precedente vocalist è lontano anni luce. Parry è stato senz'altro la scelta migliore, vista la sua carica e la professionalità dimostrata sino ad ora come vocalist prettamente heavy. Ma per confermare ancora una volta la nota fragilità della formazione olandese, in “Forbidden fruit” troviamo ancora dei cambiamenti. Il francese Patrick Rondant infatti si inserisce stabilmente alle sei corde al posto di Henk Van Der Laars, mentre temporaneamente arriva il tastierista dei Vanden Plas Gunter Werno. Il risultato di questo cambio di lineup gioca fortemente a favore degli Elegy che qui non deludono per niente, riuscendo ancora una volta a proporre un ottimo concentrato di metal progressivo, sinfonia, melodia e pesantezza. Jean Michel Jarre lo sapeva: la classe di Rondant non è acqua. Il suo apporto agli Elegy infatti si fa notare nell’immediato, soprattutto su brani come “’Til eternity”, caratterizzato dalle forti tinte progressive, oppure nell’elegante “Masquerade”. Se il romanticismo e le ballate sono delle componenti imprescindibili per ogni disco sfornato da una tipica band di prog-metal, allora anche gli Elegy non sono da meno e con “I believe” anche il più duro dei cuori riuscirà sicuramente a sciogliersi. La traccia finale che titola il disco è invece un buon esempio di tecnica, innovazione e bravura del tastierista Gunter Werno. Più articolato dei precedenti dischi, “Forbidden fruit” come già detto in precedenza non è certamente imprescindibile (soprattutto per chi ha a che fare di rado con il genere), ma risulta comunque un’ottima chance per ascoltare nuovamente Parry&C. Staremo a vedere ora chi sarà sostituito nel prossimo disco…
(Andrea Paoli)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.