Alfredino e "Impressioni di settembre" della PFM: "Scelta per l'atmosfera in uno dei momenti di speranza della serie"

Stasera va in onda su Sky la puntata della mini-serie con la canzone della PFM, dopo che la band si è dissociata polemicamente. Abbiamo parlato con il regista Marco Pontecorvo, che ci ha raccontato come si è arrivati al classico della band.
Alfredino e "Impressioni di settembre" della PFM: "Scelta per l'atmosfera in uno dei momenti di speranza della serie"
Credits: Lucia Iuorio

Vanno in onda questa sera su Sky la terza e la quarta puntata di "Alfredino - una storia italiana", mini-serie di 4 episodi prodotta da Lotus, che racconta la tragica vicenda che ebbe luogo nel 1981: Alfredo Rampi cadde in un pozzo e morì, dopo inutili tentativi di salvataggio, una vicenda rimasta nella memoria collettiva degli italiani che la vissero in diretta al tempo tramite un'attenzione ossessiva dei media, fino al tragico epilogo.

A metà della terza puntata c'è la sequenza che ha fatto molto discutere in questi giorni: un poliziotto accende una radio, da cui si sente "Impressioni di settembre" della PFM, per 2 minuti, fino all'inizio della famosa coda strumentale, che accompagna la discesa dei vigili nel pozzo, nel tentativo di salvare il bambino. Nei giorni scorsi la PFM ha diramato una nota tramite il proprio ufficio stampa, dissociandosi polemicamente dall'uso di una canzone gioiosa in contesto così doloroso: "PFM è stata avvertita di questa scelta senza potere intervenire, in quanto non ha i diritti di sfruttamento commerciale di 'Impressioni di settembre".

Dopo la reazione del produttore Lotus, e .dopo avere spiegato le dinamiche che hanno portato a questa "sincronizzazione", abbiamo contattato il regista Marco Pontecorvo, responsabili delle scelte musicale della serie, in cui si sentono in altre sequenze brani contestualizzati nell'epoca come "Rock 'n' roll robot" di Alberto Camerini (1981) e "Per Elisa" di Alice e Battiato, (1989), o "Summer on a solitary beach" del solo Battiato (da “La Voce Del Padrone” (1981) assieme ad “Alfredo” dei Baustelle, canzone pubblicata nel 2008 e dedicata alla tragedia, che compare per intero nell’ultimo episodio. "Intanto voglio dire che sono dispiaciuto che la PFM, gruppo che seguo e stimo da sempre, abbia manifestato la sua contrarietà all’uso della canzone. Anche perché, come già precisato dalla produzione Lotus, non avremmo mai usato il brano se non avessimo ricevuto l’assenso all’invio della nostra richiesta, con clip visiva inclusa, dai loro rappresentanti", racconta il regista.

Gli abbiamo chiesto come mai ha scelto un brano del 1971 - quindi teoricamente non contestualizzato nella sequenza - e con un testo non direttamente collegato alla sequenza, in cui si sente la seconda strofa della canzone (“Un cavallo tende il collo verso il prato/Resta fermo come me/Faccio un passo, lui mi vede, è già fuggito/Respiro la nebbia, penso a te/No, cosa sono? Adesso non lo so/Sono un uomo, un uomo in cerca di sé stesso/No, cosa sono? Adesso non lo so/ Sono solo, solo il suono del mio passo/Ma intanto il sole tra la nebbia filtra già/ Il giorno come sempre sarà”).

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/T7a6FpgU_R1rsSETFhIsdnjRjTY=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/alfredino-ep2-19102020-5f1a4293-luciaiuorio.jpg

Impressioni di settembre" è una scelta apparentemente inusuale per una sequenza del genere - non c’è un collegamento diretto, né tematico né cronologico. Quale elemento vi ha portato a scegliere la canzone? L’atmosfera musicale, la tensione che crea, una suggestione legata al testo o cosa?
"Impressioni di settembre" è un brano molto bello, non di quegli anni, ma che un’emittente radiofonica avrebbe normalmente trasmesso in quel periodo.

Ecco perché dovendo iniziare come musica diegetica, quindi attraverso la radiolina del poliziotto, l’uso del brano ci è sembrato corretto e realistico. Non siamo stati guidati dal testo, ma dall’atmosfera musicale e dalla tensione del brano, che ci è sembrata giusta per descrivere il momento in cui la macchina da presa lascia il commissariato sorvolando Roma fino a raggiungere il pozzo unendo tutti i nostri protagonisti, intenti nel salvataggio, in uno dei momenti di maggiore speranza nella serie. È infatti il momento in cui i vigili del fuoco scavando con le mani riescono finalmente a collegare il pozzo costruito da loro con il pozzo artesiano dove si trovava il bimbo. Tutti pensano di avercela fatta in quel momento. Solo dopo, nelle scene successive, si scoprirà che Alfredino era scivolato ancora più in profondità. La parte del brano scelta ha anche un lungo momento strumentale che era più adatto alla discesa nel pozzo e ad accompagnare l’apertura tanto agognata del varco. .

Hai qualche ricordo personale legato alla canzone?
Tanti ricordi, come dicevo prima è un brano che mi è sempre piaciuto. L’ho rivisitato anche con Battiato che ne ha fatto una cover mentre giravamo “Perduto amor”, di cui ho curato la direzione della fotografia. E’ una canzone transgenerazionale e, come tanti bei pezzi musicali, continua ad emozionare senza essere scalfita dal tempo.

A che punto del processo è stata scelta la canzone? In fase di scrittura con gli sceneggiatori avevate già in mente quel brano? o è una scelta nata in fase di montaggio e post produzione? 
La canzone è stata scelta in post produzione. Abbiamo cercato prima tra le canzoni del 1981 e poi continuando la ricerca ci siamo trovati tutti d’accordo che quello poteva essere il brano giusto. Lo abbiamo provato sulla scena e questo ha confermato le nostre sensazioni.

Come si è svolto il processo di selezione della canzone e delle musiche di repertorio in generale?
Abbiamo fatto varie ricerche sui brani e abbiamo sempre tenuto aperto il dialogo con chi ci ha aiutati a prendere i diritti delle varie canzoni. Ho proposto quasi tutti i pezzi ai collaboratori e alla produzione eccetto "Messico e nuvole” che era già segnalato in sceneggiatura. "Solitary beach" l’ho scelta anche perché ci tenevo a fare un omaggio a Franco Battiato, persona e artista grandissimo a cui tengo molto.

Avevate pensato che la scelta di associare una canzone a quel momento potesse suscitare delle reazioni di questo tipo? Che ne potesse beneficiare la sequenza ma non la canzone, insomma?
No, assolutamente no, come dicevo prima abbiamo seguito la normale prassi di richiesta dei diritti delle canzoni, quindi: invio della clip e premix del brano nella sequenza.

Non penso assolutamente che queste immagini possano nuocere al pezzo musicale e, nonostante mi sia dispiaciuto molto e rispetti la reazione della PFM (che però non credo abbia capito che non è un momento drammatico della serie, che va vista nella sua interezza), penso che sia il brano giusto per quella sequenza e che l’accoppiamento non nuoccia a nessuno.
Vorrei nuovamente sottolineare inoltre lo scopo di questa produzione, concordato con il Centro Alfredo Rampi con cui abbiamo collaborato - come già affermato da Lotus - ovvero quello di far conoscere ciò che è successo dopo quei tragici eventi e come, grazie all’impegno e alla determinazione dei genitori di Alfredino e al sodalizio nato proprio a Vermicino tra Franca Rampi e il Presidente della Repubblica, Sandro Pertini, si sia gettato il seme per la nascita della Protezione Civile, istituzione su cui tutti gli italiani oggi possono contare.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.