Extraliscio, al cinema il film 'Punk da balera’: ‘Una storia di fantascienza, che è diventata realtà’

Mirco Mariani, Moreno "il Biondo” e Mauro Ferrara raccontano il film di Elisabetta Sgarbi - distribuito nelle sale italiane come evento da Nexo Digital - in questa videointervista con Rockol, che si chiude con un'interpretazione di "Romagna mia"
Extraliscio, al cinema il film 'Punk da balera’: ‘Una storia di fantascienza, che è diventata realtà’
Credits: Manuel Palmieri

Sono le immagini di una performance degli Extraliscio su un affaccio della Galleria Vittorio Emanuele II ad avere il compito di chiudere il film di Elisabetta Sgarbi dedicato al progetto di Mirco Mariani e alla tradizione musicale romagnola, intitolato “Extraliscio - Punk da Balera. Si ballerà finché entra la luce dell’alba”.

Il finale della pellicola, che sarà distribuita nelle sale italiane come evento da Nexo Digital solo i prossimi 14, 15 e 16 giugno (le prevendite dei biglietti per assistere alla proiezione del lungometraggio, distribuito in collaborazione con i media partner Radio DEEJAY, MYMovies.it e Rockol.it, sono aperte in oltre 110 cinema in tutta Italia: l’elenco in aggiornamento è disponibile al seguente link), descrive con questa esibizione, come in una previsione immaginata, un momento di notorietà che la band non aveva ancora raggiunto nella realtà durante la realizzazione del lungometraggio, ma che gli Extraliscio avrebbero conquistato successivamente. Questa popolarità ottenuta per merito anche del film e della partecipazione del gruppo in gara alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo con “Bianca Luce Nera” con Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti nessuno, però, poteva immaginare che sarebbe stata realmente raggiunta, tanto meno Mirco Mariani, Moreno "il Biondo” Conficconi e Mauro Ferrara.

“È una storia di fantascienza, che si è trasformata in reale”, ha spiegato l’ideatore del progetto Extraliscio a Rockol a proposito della storia del gruppo e dei suoi componenti raccontata in “Punk da balera”, che all’inizio del film vede i tre artisti presso la Ca' del Ballo di Ravenna, già Ca' del Liscio, narrare le proprie esperienze musicali, cosa sia il liscio per loro, il loro legame con esso e come le loro strade si sono incontrate. I racconti dei tre musicisti, inevitabilmente, sono accompagnati da esibizioni dal vivo, grazie alle quali si scopre da vicino l’anima della tradizione musicale romagnola e di ciascun protagonista. 

Più avanti è riportato il video della chiacchierata con Rockol - svoltasi in occasione della proiezione del lungometraggio in anteprima per i media presso l’Anteo Palazzo Del Cinema di Milano -, che si è chiusa con un'interpretazione di "Romagna mia”, di cui Mauro Ferrara è uno dei più popolari interpreti. Il brano è stato scritto da Secondo Casadei, direttore della più famosa orchestra di liscio romagnolo fondata nel 1928, la cui conduzione fu assunta dal nipote Raoul Casadei - spentosi lo scorso 13 marzo - dopo la scomparsa dello zio e di cui fecero parte anche Mauro Ferrara e Moreno "il Biondo”.

Il film, come una sorta di viaggio, inizia in “un luogo non lontano dalla Romagna” e, dopo aver toccato anche Roma, segue l’avventura del gruppo che in questa pellicola si conclude a Milano, raccogliendo testimonianze e contando della partecipazione di diversi artisti.

In “Extraliscio - Punk da Balera”, tra i racconti e le performance di Mirco, Moreno e Mauro, si inseriscono le storie e le esibizioni di alcuni esponenti della tradizione musicale romagnola e del ballo, come Fiorenzo Tassinari, Roberta Cappelletti, Armando Savini, Riccarda Casadei e Bruno Malpassi. Il film, però, conta della collaborazione anche di figure apparentemente lontane da questo mondo ma che, attraverso la musica o le parole, raccontano o trovano il loro legame con il liscio. Queste personalità sono - tra le altre - Biagio Antonacci, Orietta Berti, Lodo Guenzi, Vasco Brondi, Francesco Bianconi dei Baustelle, Gli Omini (Francesco Rotelli, Luca Zacchini, Giulia Zacchini), Lorenzo Cherubini Jovanotti ed Elio degli Elio e le Storie Tese.

“La cosa bella del liscio è che è una musica con cui tutti hanno avuto a che fare, perché tutti sono andati alle feste in cui c’era un’orchestra di liscio che faceva ballare tutti”, ha spiegato Mirco Mariani sottolineando la capacità della musica tradizionale romagnola di coinvolgere qualsiasi tipo di persona, parlando del coinvolgimento di artisti all’apparenza distanti da questo mondo musicale.

Dopo l’uscita della pellicola, gli Extraliscio si lanceranno nel loro tour estivo “È bello perdersi - Tour d’Italie" a supporto del loro ultimo album, intitolato “È bello perdersi”, pubblicato il 5 marzo 2021 e prodotto dalla Betty Wrong Edizioni Musicali.

“La cosa bella attuale è quella di aver rivissuto la musica con l’obiettivo del tour”, ha dichiarato Moreno "il Biondo” a Rockol, pensando alla tournée in partenza il prossimo 26 giugno. Ha aggiunto: “Partiamo finalmente con questa avventura: è il nostro primo tour impegnato, serio, costruito bene, importante, in programma in luoghi straordinari”. A lui ha fatto eco Mauro Ferrara, che ha detto: “Anche perché la gente si aspetta tanto da noi adesso”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.