“Formula 3”, l’album di “Eppur mi son scordato di te”

Il secondo disco della band, uscito nel 1971, contiene alcuni classici mai scalfiti dallo scorrere del tempo.
“Formula 3”, l’album di “Eppur mi son scordato di te”

“Formula 3”, l’album omonimo della rock band, uscito quarant’anni fa, è il secondo progetto del gruppo, pubblicato dall'etichetta discografica Numero Uno. Il disco è prodotto da Lucio Battisti, autore di tutti i brani insieme a Mogol. Contiene due classici: “Eppur mi son scordato di te” e la lunga “Nessuno nessuno”, uscita anche su 45 giri in forma ridotta. Il resto dell'album è di tono leggermente minore, il gruppo appariva forse troppo legato al duo Battisti-Mogol, ma era particolarmente conosciuto in Italia e ancora oggi non c'è nessuno che non ricordi qualcuna delle sue canzoni, tutte suonate con un’ottima tecnica, tratto che ha sempre contraddistinto il trio. Il gruppo era formato da Alberto Radius, voce, chitarra elettrica, chitarra acustica, da Gabriele Lorenzi, tastiere e voce, e da Tony Cicco, batteria, percussioni e voce.

La band, un anno prima, aveva dato alle stampe “Dies irae”, contenuto in una significativa copertina di ispirazione psichedelica: il loro primo album introduceva il tipico suono della Formula 3. Il genere, che andava a delinearsi, era una miscela di pop, prog e anche hard rock, che li portò a essere il gruppo più importante in Italia prima degli anni del Banco del Mutuo Soccorso e della PFM. Anche il loro primo album fu prodotto da Lucio Battisti, autore di quattro brani insieme a Mogol. In due tournée alla fine degli anni settanta, i Formula 3 furono l'unica band che accompagnò Lucio Battisti nei suoi concerti e lui scrisse per loro numerosi brani, demandandoli come esecutori della sua più profonda vena rock.

Il disco “Formula 3” venne anticipato dall'uscita, in maggio, del singolo “Nessuno nessuno” – “Eppur mi son scordato di te”, nel quale il brano principale ha una durata più che dimezzata rispetto a quella dell'album, per esigenze di spazio sul vinile. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Alberto Radius, il riff di apertura di “Eppur mi son scordato di te” è ispirato a Jimi Hendrix. E per stessa ammissione di Mogol, il famoso verso del ritornello “non piangere, salame: dei capelli verde rame sono un gioco” fu frutto di un errore di distrazione, mentre nelle sue intenzioni sarebbe invece dovuto essere “non piangere, salame: dei capelli rosso rame sono un gioco”. L’autore e paroliere, che scrisse il brano nel 1969, si accorse dello sbaglio solo a distanza di tempo. Un’altra curiosità: Battisti interpretò il brano in una versione acustica durante la trasmissione televisiva “Teatro 10” del primo maggio 1971. Un frammento è stato cantato anche nel duetto Mina-Battisti del 23 aprile 1972, sempre nella trasmissione “Teatro 10”.

Nel terzo album, “Sognando e risognando” del 1972, il gruppo inserì alcune composizioni originali, insieme ai soliti brani di Mogol-Battisti, e il risultato è probabilmente il loro lavoro migliore. “Formula 3” dei “Formula 3” è un album di passaggio, ancora fortemente condizionato da Mogol e Battisti, ma che ha al suo interno alcuni classici che hanno resistito al passare del tempo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.