Prince dopo Prince: la discografia postuma, dall'album migliore al peggiore

In cinque anni abbiamo visto capolavori espansi come "Sign o' the times", album inediti, ma anche operazioni discutibili. E siamo solo agli inizi della riscoperta del leggendario vault
Prince dopo Prince: la discografia postuma, dall'album migliore al peggiore

Gli album post-mortem sono una tradizione consolidata, nel bene e nel male. C'è lo sfruttamento di un catalogo e di un nome che dopo la scomparsa di un artista acquista un valore economico nettamente superiore. E c'è la gratificazione dei fan, ovviamente, che possono accedere a musica nuova, nonostante tutto.

Si può fare bene o male, ma dipende da due fattori: cosa c'è negli archivi, e l'approccio al materiale. Per Prince, la materia prima è sconfinata: un recente servizio del programma TV americano è entrato nella leggendaria "Vault" di Paisley Park, e ha calcolato che potrebbe uscire un disco all'anno inedito per tutto il millennio. L'appproccio, in questi 5 anni, è stato per tentativi ed errori: è uscito molto materiale, con operazioni gigantesche e pressoché perfette e altre discutibili. Proviamo a metterle in ordine, dalla migliore alla peggiore - in attesa dell'album inedito "Welcome 2 America", previsto per luglio.

1. Sign '☮' the times - Super Deluxe Edition

Un solo aggettivo: monumentale. Una delle più complete e lussuose ristampe di un capolavoro viste negli ultimi anni e non solo per Prince. Uno dei rari casi in cui a Rockol abbiamo dato un 10 pieno - non solo per il disco originale, ma proprio per l'operazione: 8 cd  (o 13 lp) con 63 tra canzoni inedite e versioni alternative, un libretto di 120 pagine o il dvd del concerto di capodanno a Paisley Park (che già tutto questo è una meraviglia). Un capolavoro nel capolavoro.

2. 1999 (Super Deluxe Edition)

La prova generale per "Sign 'o' the times": l'album rimasterizzato, mix e b-sides, due concerti completi (uno in DVD) e soprattutto 24 inediti tra versioni alternative e vere e inediti. Come abbiamo scritto nella nostra recensione: un importante punto di svolta nella gestione della Vault.

3. Piano & A Microphone 1983

35 minuti dietro le quinte con Prince, da solo al piano, che prova le canzoni in forma iper-minimale. Il momento in cui è stata aperta la cassaforte del cantante, uno sguardo nel processo creativo di un genio per i fan, affascinante anche per gli altri. La versione di "A case of you" di Joni Mitchell (da cui Prince era ossessionato), da sola vale tutto

4. Purple Rain Deluxe (Expanded Edition)

Una versione rimasterizzata direttamente da Prince nel 2015, una raccolta di inediti registrati in quelle sessioni, una di mix e b-side e infine il Dvd del concerto di chiusura del Purple Rain Tour a Syracuse del marzo 1985. Una degna celebrazione per un capolavoro, anche se con molto materiale già noto ai fan (personalmente avrei voluto una versione restaurata della versione dal vivo di 13 minuti di "Purple Rain" del 1983 al First Avenue da cui venne tratta la versione su album: si trova in video e su bootleg, ma avrei sognato una versione ad alta qualità).

5. Anthology: 1995-2010    

2 dischi con 37 brani tratti da 23 dischi incisi da Prince dal 1995 al 2010, alcuni dei quali praticamente mai distribuiti in Italia. La riscoperta di opere apparentemente minori rispetto a quelle degli anni '80, ma comunque un'antologia che contiene delle gemme ancora brillanti. Una ghiotta occasione per confermare la grandezza di Roger Nelson.

6.Originals

15 canzoni scritte da Prince nel suo momento di massimo genio creativo (1982-1987, con un unico episodio del 1991), cedute poi a cantanti e band del suo universo espanso o semplicemente ad artisti che stimava, e che qui raccolte nelle sue versioni. La dimostrazione che anche le composizioni apparentemente secondarie farebbero la fortuna di qualsiasi artista.

7. 4ever

Niente più e niente meno che una raccolta, ma più banale dell'Anthology citata prima. Pubblicata da Warner, a pochi mesi dalla scomparsa: 40 canzoni, 1 sola inedita ("Moonbeam levels"), e tutte del periodo con l'etichetta con cui Prince ebbe i maggiori contrasti in vita.

7. Deliverance

Un EP che doveva essere la prima uscita postuma di materiale inedito di Prince ma venne bloccata dagli eredi. Registrazioni tra il 2006 e il 2008,  tratte dalle session di “3121” e “Planet Earth”, messe insieme dell’ingegnere del suono Ian Boxill. Le canzoni sono interessanti, ma l'operazione fu confusa, figlia delle incertezze sulla gestione del catalogo. 

8. The Versace Experience Prelude 2 Gold

Una rarissima cassetta promozionale distribuita solo ai partecipanti della sfilata di Versace a Parigi e che anticipava il disco "The Gold Experience" - una sorta di mixtape incompiuto. Era già una curiosità al tempo, lo è a maggior ragione oggi: una pubblicazione incomprensibile, con tutte le cose che ci sono in archivio da recuperare...

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.