L'attitudine pop e 'black' di Nina Zilli

La musicista piacentina è stata tra i protagonisti della musica italiana degli anni Dieci.
L'attitudine pop e 'black' di Nina Zilli

Alla anagrafe è registrata con il nome Maria Chiara Fraschetta, ma sulle nostre pagine (e nell'universo discografico) è nota con il nome d'arte Nina Zilli e per possedere una delle voci più soul della musica leggera italiana. La ragazza nata a Piacenza oggi compie gli anni. Cogliamo quindi l'occasione per ripercorrere i principali avvenimenti della sua carriera musicale dagli inizi sino ai nostri giorni. Da quando, nel 2002, pubblica la canzone "Tutti al mare" con la sua band di allora, Chiara e gliscuri.

Gli anni Zero sono quelli della gavetta, ma prima di raggiungere i Dieci, nel luglio del 2009 Nina pubblica, insieme a Giuliano Palma, "50mila". La canzone ha buon riscontro radiofonico e di classifica. Verrà inclusa nell'EP pubblicato nel 2009, "Nina Zilli" e, in seguito, nell'album d'esordio del febbraio 2010, "Sempre lontano". Il brano, sempre nel 2010, verrà incluso nella colonna sonora del film di Ferzan Ozpetek, 'Mine vaganti'.

Il 2010 è senza dubbio un anno importante per la musicista piacentina poiché approda per la prima volta al festival di Sanremo. Nella competizione canora organizzata nella cittadina ligure partecipa in quella che quell'anno viene chiamata Sezione Nuova Generazione. La canzone che presenta sul palco del teatro Ariston è "L'uomo che amava le donne". Sale sul terzo gradino del podio alle spalle del vincitore Tony Maiello e della seconda classificata Jessica Brando e si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini dedicato a quella sezione. L'album d'esordio "Sempre lontano" scala la classifica di vendita fino a raggiungere la quinta posizione.

Sul palco di Sanremo, ma a gareggiare tra gli Artisti, ci torna nel 2012. La canzone che interpreta si intitola "Per sempre" e chiuderà al settimo posto della classifica finale. Il brano verrà incluso nel secondo album "L'amore è femmina" che, scrivendo di cronaca e numeri, arriva alle soglie della Top Ten della classifica di vendita con l'undicesimo posto.

Nina Zilli nel 2012 è scelta a rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest che quell'anno si disputa a Baku, in Azerbaigian. La Zilli però non si presentò in gara come da consuetudine con il brano sanremese, ma scelse di interpretare una versione in lingua inglese (con qualche inserto in italiano) della canzone "L'amore è femmina (out of love)". L'esibizione gli valse il nono posto nella classifica finale.

E' sempre tempo di festival di Sanremo per Nina Zilli, il suo terzo, anche nel 2015. In questa partecipazione si meriterà il nono posto nella classifica finale con la canzone "Sola". Il brano farà parte della tracklist del terzo album "Frasi e fumo". "Sola" venne promossa da un video particolarmente esplicito – vedere per credere - diretto dal regista Alex Infascelli.

Nel settembre 2017 viene pubblicato il quarto album "Modern art", che verrà ristampato con la dicitura 'Sanremo Edition' il febbraio successivo dopo la sua partecipazione al festival della canzone italiana con la canzone "Senza appartenere". A prevalere nell'edizione 2018 saranno Ermal Meta e Fabrizio Moro con "Non mi avete fatto niente", Nina si deve accontentare della diciassettesima piazza finale. La sua ultima destinazione conosciuta la vede, con l'ausilio del rapper Nitro, interpretare "Schiacciacuore", nel giugno 2020.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

Accedi alla web-app gratuita degli effettivi passaggi radiofonici delle canzoni di Sanremo in tempo reale, divisi per categorie Campioni e Nuove Proposte, calcolati da Radiomonitor su un panel di circa 367 emittenti monitorate in Italia.
© 2021 Radio Airplay powered by Rockol - riproduzione vietata.

Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.