Ryan Adams: l'FBI lo scagiona dalle accuse di molestie a una fan minorenne

Il cantautore statunitense lo scorso dicembre ha pubblicato l'album "Wednesdays".
Ryan Adams: l'FBI lo scagiona dalle accuse di molestie a una fan minorenne

Una indagine condotta dall'FBI Ryan Adams è stato scagionato dall'avere inviato messaggi a sfondo sessuale a una fan minorenne. Questa indagine era stata avviata da un rapporto del New York Times datato febbraio 2019 dove il musicista statunitense veniva accusato di essere stato 'manipolatore, ossessivo e dispotico'.

Ad accusarlo sette donne, tra queste, l'ex moglie, la cantautrice Mandy Moore, un'altra cantautrice Phoebe Bridgers e una fan che sosteneva di avere scambiato con Adams tutta una serie di messaggi sessuali quando lei era ancora minorenne.

La squadra che persegue i crimini contro i minorenni dell'FBI ha tentato di contattare la fan per prendere visione di alcuni dei 3000 messaggi che lei e Adams si sarebbero scambiati. Ma gli ultimi sviluppi riportati da Page Six rivela che l'FBI non avrebbe trovato prove a sostegno dell'accusa. Una fonte ha dichiarato alla testata: "In definitiva, l'FBI non ha trovato prove a sostegno dell'accusa di un crimine di Ryan e ha chiuso le sue indagini, senza accuse, nell'autunno del 2019".

Adams è stata accusata di aver parlato con la fan quando questa aveva solo 14 anni. Il New York Times afferma che i due sono venuti in contatto attraverso la musica, prima che Adams le inviasse oltre 3000 messaggi in un arco di tempo di nove mesi, comprese delle immagini esplicite di se stesso.

Un portavoce di Ryan Adams ha negato le accuse, dicendo: “Il signor Adams nega inequivocabilmente di aver mai intrattenuto comunicazioni sessuali online inappropriate con qualcuno che sapeva essere minorenne. Se, in effetti, questa donna era minorenne, il signor Adams non ne era a conoscenza."

In una lettera inviata al Daily Mail lo scorso luglio, Adams si è scusato per il modo in cui ha "maltrattato le persone" e ha affermato di cercare un aiuto professionale in seguito alle accuse dopo un periodo di 'isolamento'. Diceva Adams: "Tutto ciò che posso dire è che mi dispiace. È molto semplice. Questo periodo di isolamento e riflessione mi ha fatto comprendere che dovevo apportare dei cambiamenti significativi nella mia vita. Ho superato il punto in cui mi scuso solo per essere lasciato stare e so benissimo che le mie scuse probabilmente non saranno accettate da coloro a cui ho fatto male. Lo comprendo e capisco anche che non si può tornare indietro. Per molte persone queste sembreranno semplicemente le stesse vuote scuse di merda che ho sempre usato quando sono stato chiamato in causa, tutto quello che posso dire è che questa volta è diverso. Avendo veramente realizzato il danno che ho causato, sono distrutto e sto ancora vacillando per le increspature degli effetti devastanti che le mie azioni hanno innescato."

L'ultimo album del 46enne cantautore, "Wednesdays" (leggi qui la recensione), è stato pubblicato lo scorso mese di dicembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.