Kasabian, l’ex frontman Tom Meighan rompe il silenzio

Dopo l’aggressione alla partner il già sodale di Serge Pizzorno spiega: ‘Sto superando l’accaduto, ma non potrò mai perdonarmi. Il gruppo? Non so se potremo mai tornare insieme, perché…’
Kasabian, l’ex frontman Tom Meighan rompe il silenzio

Lo scorso 8 agosto il cantante dei Kasabian Tom Meighan fu allontanato senza possibilità di appello dalla band di Serge Pizzorno in seguito a un brutto episodio di violenza domestica perpetrato ai danni della sua compagna, Vikki Ager.

La donna sporse denuncia ma non si separò dal partner: l’artista si dichiarò colpevole e fu condannato dal giudice a 200 ore di lavori socialmente utili. Una volta scontata la condanna, la coppia ha lasciato Leicester, città d’origine della band di “L.S.F.”, per trasferirsi nella più tranquilla e meno mondana Cornovaglia. La testata locale CornwallLive ha intercettato i due facendo parlare per la prima volta Meighan - e la sua partner - della vicenda che li ha avuti loro malgrado per protagonisti.

Sia la Ager che Meighan hanno cercato di ridimensionare l’accaduto parlando di “incidente episodico” dovuto a un “litigio tra ubriachi”: “Avevamo bevuto troppo”, ha spiegato l’artista, che - secondo le ricostruzioni depositate presso la corte - avrebbe strattonato la sua compagna fino a farle sbattere la testa contro una gabbia per animali di piccola taglia, minacciandola di colpirla con un bancale di legno, “Mi pento di tutto quello che è successo quella sera, o almeno quello che mi ricordo. Non posso perdonarmi, è stata una cosa orribile. Amo la mia compagna da morire”.

“La mia vita stava raggiungendo il punto di ebollizione”, ha continuato il cantante: “Non avevo idea di che piega stessero prendendo le cose. Stavo affogando nell’alcol a causa dei miei problemi, mentre le cose mi succedevano intorno. Abbiamo litigato e me ne assumo la colpa. Sono stato totalmente responsabile di quanto successo, ma ci amiamo l’un l’altra e supereremo questa cosa”.

L’artista, oggi rappresentato dalla Coalition Music Alliance e in procinto di pubblicare un album solista, ha parlato dell’inevitabile ripercussione che la sua vicenda personale e giudiziaria ha avuto sulla sua carriera con i Kasabian. Meighan e Pizzorno si conoscono dai tempi delle scuole superiori, e hanno fondato insieme a Chris Edwards il gruppo. Dopo l’incidente, la band - che in un primo momento aveva parlato di separazione consensuale, per poi precisare di aver allontanato deliberatamente il cantante - ha estromesso l’ex frontman dalle società che seguono le attività dal vivo e la vendita di merchandise della formazione.

“Non so se la band potrà mai tornare insieme, la situazione è pesante”, ha osservato Meighan: “E’ come se fosse un animale ferito: adesso la ferita è aperta, ma sta iniziando a rimarginarsi. Ho passato la mia vita con loro: deve essere stato straziante anche per loro avermi visto in quelle condizioni”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.