Kasabian, il commento alla condanna di Meighan: 'Violenza sempre inaccettabile'

La band di Serge Pizzorno prende posizione sulla vicenda che ha portato alle 'dimissioni di comune accordo' del frontman. E spiega: 'Non abbiamo avuto altra scelta se non quella di chiedergli di lasciare il gruppo, perché...'
Kasabian, il commento alla condanna di Meighan: 'Violenza sempre inaccettabile'

I Kasabian hanno commentato ufficialmente la vicenda giudiziaria che ha visto protagonista - suo malgrado - il cantante Tom Meighan, dichiaratosi colpevole di aver aggredito l'ex compagna Vikki Ager e per questo condannato dalle autorità britanniche a 200 ore di servizi sociali. Prima che la sentenza fosse resa nota il gruppo aveva annunciato di aver chiuso i rapporti "di comune accordo" con il frontman, senza specificare le ragioni della scelta. Ora che il procedimento legale è giunto a conclusione, la formazione di Leicester ha postato sul proprio canale Twitter ufficiale un messaggio indirizzato ai fan:

"Nessuno nella band voleva che tutto ciò accadesse", scrivono Pizzorno e compagni: "Abbiamo lavorato tutti duramente negli ultimi ventitré anni e avevamo grandi progetti per il nostro futuro insieme. Abbiamo il cuore spezzato. Tuttavia non ci restava altra scelta se non quella di chiedere a Tom di lasciare il gruppo. Non c'è assolutamente modo di perdonare la sua condanna per aggressione. Violenza domestica e abusi di qualsiasi tipo sono del tutto inaccettabili. Non appena abbiamo scoperto le accuse mosse a Tom, noi, come band, abbiamo deciso di non poter più lavorare con lui. Purtroppo abbiamo dovuto mantenere riservate queste informazioni fino a quando non è stato riconosciuto come colpevole in tribunale".

Poi l'accusa all'ex compagno di gruppo di non essere stato sincero nel comunicare ai fan la ragione del proprio allontanamento: "Siamo stati indotti a credere che Tom, nella sua dichiarazione, avrebbe detto a tutti quello che aveva fatto, ma ha scelto di non farlo, fuorviando molti fan".

"Alla fine, per quanto Tom abbia ferito tutti noi, non siamo noi le vittima di questa vicenda", ha concluso la band: "La violenza domestica è qualcosa che non può mai essere giustificato. Grazie per il vostro supporto in questo momento difficile".

La vicenda è stata un vero e proprio fulmine a ciel sereno per i fan della band di "LSF": solo pochi giorni fa, lo scorso 21 giugno, era stato lo stesso Meighan a rassicurare i fan circa la coesione del gruppo - "Lui [Pizzorno] ha fatto le sue cose, io sto facendo le mie, ma i Kasabian rimangono solidi" - e i progetti a breve termine - "Vorremmo fare un nuovo disco il prima possibile, ma fino a che ci saranno le restrizioni [per il Covid-19] non potremmo fare nulla. Serge [Pizzorno] ha scritto delle canzoni per i Kasabian, quindi è tutto ok", pur ammettendo di aver in cantiere una prova solista, con canzoni dal carattere fortemente autobiografico, "tipo la storia della mia vita. Roba commovente. Beh, non proprio commovente, ma che tocca nel profondo. Cose molto reali".
 

Dall'archivio di Rockol - Kasabian, cinque curiosità sulla band
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.