Tom Petty, dagli eredi l'ok a Biden per l'utilizzo di 'I Won’t Back Down'

I familiari del rocker 'commossi' dall'utilizzo della canzone da parte del presidente eletto degli USA. Quando Trump utilizzò lo stesso brano per i suoi comizi la reazione fu profondamente diversa...
Tom Petty, dagli eredi l'ok a Biden per l'utilizzo di 'I Won’t Back Down'

Al centro del dibattito c'è sempre la stessa canzone, "I Won't Back Down", il singolo apripista di "Full Moon Fever", album che Tom Petty pubblicò nel 1989. Il brano, uno dei più rappresentativi nella carriera del cantautore scomparso nel 2017, ripreso tra gli altri dalla leggenda del country Johnny Cash, che ne pubblicò una sua versione - realizzata con il contributo dello stesso Petty a cori e chitarra - nell'album del 2000 "American III: Solitary Man", è stato tra quelli utilizzati dal presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden e dalla sua vice Kamala Harris in occasione del comizio per la vittoria alle urne tenuto lo scorso sabato, 7 novembre, a Wilmington, in Delaware, città dove il candidato democratico risiede e dove ha stabilito il suo quartier generale per le ultime fasi della campagna elettorale.

"Ci ha molto commosso vedere Tom coinvolto in una notte così importante per l'America: congratulazioni a Joe Biden e Kamala Harris", hanno commentato gli eredi del rocker dal profilo Twitter ufficiale dell'artista.

La recente reazione dei familiari del cantante, chitarrista e autore è diametralmente opposta a quella manifestata lo scorso mese di giugno, quando il presidente uscente americano Donald Trump utilizzò lo stesso brano per un comizio al Bok Center di Tulsa, in Oklahoma. Per l'occasione gli eredi dell'artista tennero a precisare come né il magnate prestato alla politica né il suo staff fossero "in alcun modo autorizzati a usare questa canzone per promuovere una campagna elettorale che si dimentica di troppi americani, oltre che del buon senso". Adria, Annakim, Dana e Jane Petty rincararono la dose in una nota ufficiale:

"Tom Petty non avrebbe mai voluto che una sua canzone fosse utilizzata per una campagna di odio. Gli piaceva riunire le persone. Ha scritto questa canzone per gli emarginati, per la gente comune e per chiunque. Vogliamo sia chiaro che crediamo che tutti siano liberi di votare per chi gli pare e pensarla come gli pare, ma la famiglia Petty non supporta questa operazione. Crediamo nell'America e nella democrazia, ma Donald Trump non rappresenta i nobili ideali di entrambi. Per questo abbiamo emesso una diffida ufficiale che è stata notificata ai responsabili della campagna elettorale di Trump"

Contro l'utilizzo dei propri brani ai comizi di Trump si schierò la quasi totalità dei big internazionali, come ad esempio di Rolling Stones, che meditarono di intraprendere un'azione legale per diffidare ufficialmente il presidente uscente da sfruttura per fini politici le proprie composizioni - nello specifico, "You Can't Always Get What You Want", brano pubblicato originariamente dalla band di Mick Jagger e Keith Richards all'interno dell'album del 1969 "Let It Bleed". L'ipotesi, tuttavia, risultò difficilmente praticabile a causa delle norme americane che regolamentano l'utilizzo di opere coperte da diritto d'autore in aree ad accesso pubblico: negli USA, infatti, i gestori di arene e palazzetti pagano alle società di collecting delle licenze annuali per l'utilizzo di tutti i catalogi amministrati, che non implicano l'autorizzazione da parte degli autori o dei titolari dei diritti per la diffusione di opere in essi contenuti.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.