Bryan Ferry perse l'amore e trovò una barba

Il musicista inglese era fidanzato con la modella americana Jerry Hall, poi l'amore ebbe fine.
Bryan Ferry perse l'amore e trovò una barba

Bryan Ferry ha esordito sulla scena musicale nel 1971 quando, alle spalle una laurea in Belle Arti, fu tra i fondatori dei Roxy Music. Della band era il frontman, oltre ad essere l'autore della maggior parte delle canzoni. Un cantante riconoscibile per il timbro della voce, ma anche per l'estrema eleganza e raffinatezza che andava inevitabilmente a riflettersi anche nei brani. L'esperienza con i Roxy Music durò una decina di anni o poco più, si concluse nel 1982 con l'uscita dell'album "Avalon". Il buon Bryan tirò dritto per la sua strada portando avanti la carriera solista che aveva già intrapreso in passato parallelamente all'impegno con la band inglese.

Caricamento video in corso Link

Oggi cade il suo 75esimo compleanno (ed essendo lui Bryan Ferry non può che essere uno splendido 75enne). All'inizio del 1977 era un 31enne di grande successo ed era fidanzato con la supermodella americana Jerry Hall (poi moglie del cantante dei Rolling Stones Mick Jagger). Bryan e Jerry iniziarono a frequentarsi qualche tempo prima, nell'estate del 1975. Nell'ottobre di quell'anno venne pubblicato il quinto album dei Roxy Music, "Siren", e la Hall ne era ritratta, acconciata da sirena, sull'immagine di copertina. Nel 1976, all'apice del loro amore, Ferry la volle anche nel video del suo singolo solista "Let’s Stick Together".

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/m0Rdk9nrPhudJgg6njRokmWTwXY=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/roxysiren.jpg
Caricamento video in corso Link

L'album solista di Ferry che uscì successivamente alla fine della relazione con Jerry Hall, "The Bride Stripped Bare", venne vivisezionato da critica e pubblico per trovare dei rimandi di un qualche genere alla loro storia d'amore. Nel disco, che alterna cover a brani originali, ve ne sono un paio scritti dal musicista inglese che trattano l'argomento dell'amore tormentato: “Can’t Let Go” e “When She Walks in The Room”, ma, siamo onesti, sono millanta le canzoni che trattano i tormenti dati dall'amore.

Caricamento video in corso Link

Tra i brani del disco, però, vi è anche inclusa una cover che parla degli alti e dei bassi di una relazione di coppia che potrebbe ... è quella di "What Goes On", canzone scritta da Lou Reed per il terzo eponimo album dei Velvet Undeground pubblicato nel 1969. Di questa cover venne girato anche un video promozionale in cui Ferry sfoggia una rara e abbastanza inedita, per lui, barba; forse a tirare fuori il lupo che sentiva di avere dentro. Il parallelo con il lupo è accentuato dal fatto che nella clip digrigna spesso i denti. Ça va sans dire, anche con barba Bryan un dandy inarrivabile.

(Paolo Panzeri)

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.