Lemmy sugli AC/DC: ‘Era ovvio che sarebbero diventati dei giganti’. Riaffiora un’intervista inedita

Kilmister ha visto per la prima volta dal vivo la leggendaria band australiana al Nashville di West Kensington.

Lemmy sugli AC/DC: ‘Era ovvio che sarebbero diventati dei giganti’. Riaffiora un’intervista inedita

Grazie al podcast AC/DC: Beyond The Thunder, che potete ascoltare per intero su beyondthethunder.com, è emersa una vecchia intervista a Lemmy, risalente al 2015 nella quale il leader e bassista dei Motörhead venuto a mancare nel dicembre 2015 ricorda alcune band del passato – o perlomeno, che nel passato collocano il loro maggiore momento di gloria – e con esse la sua ammirazione per loro. Ian Fraser Kilmister ha riportato, ad esempio, alla memoria la prima volta che il musicista ha visto dal vivo, a Londra, come roadie di Jimi Hendrix, la band australiana, all’epoca capitanata da Bon Scott. “Sono andato a vederli al pub – ho visto anche i Sex Pistols là – The Nashville di West Kensington. Ora si chiama Famous 3 Kings. Era un gran posto e tutti suonavano là”. Racconta ancora Lemmy: “Arrivavano dall’Australia per un tour e Bon Scott ha fatto il giro del locale con Angus Young sulle spalle. Era ovvio che sarebbero diventati dei giganti”. Spiega ancora il già frontman dei Motörhead: “Gli AC/DC sono una band rock’n’roll, sono come noi. Non suoniamo metal e gli AC/DC non suonano metal. I Deep Purple non suonano metal. È stato interpretato in questo modo ma questo era prima che esistesse il termine heavy metal. Non è molto heavy metal, è il mio tipo di musica”.

Nelle scorse settimane è stato annunciato l’inizio dei lavori a un biopic dedicato a Lemmy e diretto dal regista già dietro al documentario sulla sua figura uscito nel 2010 "Lemmy: 49% Motherf**ker, 51% Son of a Bitch", Greg Olliver. I produttori esecutivi del progetto sono il manager dei Motörhead Todd Singerman e Steffan Chirazi. La pellicola, come già riferito da Rockol, si concentrerà sul periodo precedente alla nascita del trio al quale Lemmy lega il suo nome.

Kilmister è venuto a mancare pochi giorni dopo il suo settantesimo compleanno, il 28 dicembre 2015, nella sua casa di Los Angeles. Il musicista soffriva di cancro alla prostata, aritmia e di insufficienza cardiaca congestizia. Le sue ceneri si trovano nel Forest Lawn Memorial Park, Hollywood Hills, in California.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.