Addio a Gianni Mura: il saluto di Riccardo Bertoncelli

Il giornalista sportivo è morto questa mattina. Ecco il ricordo e il saluto di un collega e amico
Addio a Gianni Mura: il saluto di Riccardo Bertoncelli

Ho conosciuto Gianni Mura in tutte le sue “varianti”, e l'ho sempre ammirato, e il dolore di oggi è pungente – l'ennesima sorpresa di questo inverno che è andato a morire tirando calci furibondi.
Fummo giovani cronisti sportivi in una Italia e in un calcio che non ci sono più, e non è un modo di dire: il calcio dell'Italia di Bearzot, del Verona campione d'Italia, della tribuna stampa di San Siro al primo anello privilegiato, di Maradona che un giorno proprio da quella postazione vidi rimontato a metà campo da “Pinna” Marini ormai trentenne, e chi mi sta a dire che fu il più grande di tutti... anche Gianni, se non ricordo male, la pensava così.
Ma oltre al calcio (e al ciclismo, di cui è stato maestro – anzi, maître, a ricordare la sua passione per il Tour), oltre al calcio Gianni frequentava con amore e sapienza anche altri mondi. Era un gourmet attento ed esperto, categoria “tradizionalisti”, e se non sempre io, “futurista”, mi trovavo d'accordo con lui, sempre però ne rispettavo il gusto e soprattutto i modi – non si faceva incantare dai barbatrucchi, Gianni, era uno schietto che andava al sodo, nello sport come nella cucina voleva sincerità, e per quello era attendibile e autorevole.
E poi per anni l'ho incontrato al Tenco, perché sposava volentieri sport e canzoni come quel suo “cugino” d'antan, Sandro Ciotti, e lì trovava il mondo che preferiva: Guccini, Jannacci, Endrigo, Lauzi, i grandi francesi della chanson à texte. L'ultima volta che l'ho visto è stato proprio a proposito di canzoni, quando ha presentato quel suo librino così denso e divertente, "Confesso che ho stonato", in cui raccoglieva sparsi pensieri sul suo rapporto con la musica. Sparsi quei pensieri ma originali, e dritti, e puntuti, come spesso gli capitava: “Elogio della fisarmonica”, si chiamava uno dei capitoli, e un altro, per capirci “Live? No, grazie (ovvero: il karaoke fatelo a casa vostra)".
Volevo salutarlo quella volta, a fine presentazione, ma c'era gente che lo assediava e lasciai perdere. Tanto ci sarà un'altra occasione, pensai. Macché, la vita ti frega così. E allora Gianni, mi tocca salutarti a distanza, d'altronde è il trend dell'anno. Ti sia lieve la terra, come amava dire il nostro amato Giuànn, e sappi che da oggi ci sarà una tribù nuova oltre ai senzabrera. Ci saranno i senzamura, e non fare quella faccia così, e non mandarmi a quel paese, perché tu certe cose non volevi proprio sentirtele dire.
Te le devo dire invece, perché "magis amica veritas", come diceva quel laziale di provincia, e non era Lotito.

(però mi accorgo di avere usato i puntini di sospensione a un certo punto; e, insomma, chiedo venia)

Riccardo Bertoncelli

 

Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.