Chris Cornell, la vedova denuncia i Soundgarden

Sette brani inediti hanno portato alla guerra tra Vicky Cornell, vedova del già frontman dei Soungarden Chris Cornell, e la band di Seattle.
Chris Cornell, la vedova denuncia i Soundgarden

Secondo quanto riferito da TMZ Vicky Cornell, vedova del compianto frontman di Soundgarden e Audioslave Chris Cornell, avrebbe denunciato, con il supporto degli avvocati Marty Singer e James Sammataro, la band di Kim Thayil, Ben Shepherd e Matt Cameron un tempo capitanata dal cantante statunitense venuto a mancare nel maggio 2017. La ragione è legata alle royalties della musica dei Soundgarden e in particolare a sette brani inediti mai pubblicati dalla band di Seattle. Il punto di vista di Vicky Cornell è che le canzoni, tra le ultime – riporta la testata di gossip statunitense – composte da Chris, sarebbero state “scritte esclusivamente da Chris; contengono le tracce vocali di Chris; ed erano state lasciate agli eredi di Chris”. Queste le parole, citate da TMZ, della vedova, che lamenta un "tentativo illegale di forzare gli eredi di Chris a consegnare alcune incisioni fatte da Chris prima che morisse", destinate invece alla famiglia perché potesse beneficiarne.

Scrive sempre TMZ che la vedova Cornell avrebbe comunque offerto alla band di diffondere i brani ma solo sotto alcune condizioni stabilite in passato da Chris, incluso il nome del produttore che avrebbe dovuto occuparsene. È sempre la vedova a dichiarare che la band avrebbe declinato la proposta. Band che, in una lettera, ha rivendicato i Soundgarden come co-autori di cinque delle sette canzoni in oggetto, stando sempre alle informazioni delle quali è entrata in possesso TMZ.

Tra le sue più recenti dichiarazioni Vicky ha anche negato le accuse della band a stelle e strisce di aver impedito ai Soundgarden di pubblicare un nuovo album, senza Chris. Che sia vero o meno, la formazione rimasta orfana del cantante sembra comunque intenzionata a tenere aperta ogni possibilità: "È del tutto possibile [che possa uscire un disco postumo di inediti], perché è quello che stavamo facendo [prima della morte di Chris]", diceva il mese scorso Kim Thayil su SiriusXM.

Lo scorso mese di settembre la figlia quindicenne di Chris, Toni Cornell, ha debuttato nel mondo della musica con il brano "Far Away Places", che la voce di “Black Hole Sun” aveva prodotto per lei mentre era ancora in vita. Se ve lo foste perso, potete ascoltare il brano, tema principale del cortometraggio che porta lo stesso titolo, qui.

Dall'archivio di Rockol - La reunion: intervista a Chris Cornell e Ben Shephard
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.