Queen, Adam Lambert boccia il sequel di 'Bohemian Rhapsody'

L’attuale voce dei Queen mette in discussione un'eventuale seconda parte del biopic sulla band di 'We Will Rock You'
Queen, Adam Lambert boccia il sequel di 'Bohemian Rhapsody'

Le voci su un possibile sequel di "Bohemian Rhapsody" sembrano non aver fine e l’attuale voce dei Queen esprime i propri dubbi sulla realizzazione di una seconda parte del film.

Adam Lambert - che aveva avuto anche un cameo nel film - durante un’intervista con NME, ha detto "Un sequel? Come funzionerebbe? Non ha senso per me" e, dubitando su un'effettiva possibilità, ha però precisato di "non aver sentito nulla a riguardo."

La pellicola dedicata all'epopea dei Queen e alla vita del frontman Freddie Mercury oltre ad aver vinto quattro statuette agli Oscar - tra cui quella come miglior attore protagonista per l'interpretazione di Rami Malek - ed essere stato un successo sia a livello di incassi che per la critica, è ancora sulla bocca di tutti per alcune dichiarazioni su un possibile sequel.

La possibilità era già emersa in un'intervista in cui Rudi Dolezal, direttore di alcuni video dei Queen, parlando con Page Six aveva dichiarato: "Un sequel è oggetto di discussione nella famiglia dei Queen".
Dal canto loro Joe Mazzello e Gwilym Lee - che nel film interpretano i membri della band John Deacon e Brian May - avevano riaperto la questione, dando seguito alle voci su una possibile seconda parte, in un'intervista concessa al Daily Mail ammettendo che "Bohemian Rhapsody” ha solo "raschiato la superficie", per cui May e Roger Taylor vorrebbero poter girare un sequel incentrato sui concerti del 1986.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.