NEWS   |   Italia / 11/02/2019

Mahmood e “Soldi”: l’analisi della canzone, di Andrea Rodini

Mahmood e “Soldi”: l’analisi della canzone, di Andrea Rodini

Ospitiamo con piacere un intervento di Andrea Rodini, musicista, talent scout e produttore, che abbiamo intervistato ieri per parlare con lui del vincitore del Festival di Sanremo 2019. Rodini, del quale potete leggere qui una recente biografia, spiega a Rockol quali sono i pregi della canzone “Soldi” di Mahmood, Dardust e Charlie Charles.
(Forse è utile sapere che Rodini non si occupa più professionalmente di Mahmood, il che rende il suo giudizio totalmente disinteressato).

Nel 2014 ero a Sanremo con Renzo Rubino. Ricoprivo il ruolo di manager, produttore e direttore d’orchestra. Una roba folle, a ripensarci!
Il luogo in assoluto più divertente dove seguire il festival di Sanremo è senza dubbio la sala stampa.
Lì succede di tutto; anche perché, come giustamente ha sottolineato Ultimo, quella è la settimana in cui i giornalisti musicali hanno puntati addosso i riflettori.
Ma non in quanto competenti in materia di musica - quando mai! Come competenti in materia di gossip in ambito musicale. Prova ne è che, in una mitica conferenza stampa, il cantante belga Stromae dopo circa mezz’ora chiese: “Ma quand’è che si parla di musica?” Mai!
E la cosa è confermata dai commenti comparsi sui giornali riguardo la vittoria di Mahmood e della sua “Soldi”.
Non ho letto una, che sia una, critica “musicale”.
Nessuno che abbia scritto che il brano di Alessandro è rivoluzionario nei contenuti testuali, perché, pur attingendo alcune forme musicali dalla Trap, nel testo ribalta completamente il significato che abitualmente è attribuito ai soldi nella Trap stessa.
Nella Trap i soldi sono mezzo e fine dell’esistenza stessa, e simbolo unico di riscatto sociale.
Nel suo brano i soldi sono una delle cause della rottura di un rapporto affettivo.
Nessuno che abbia scritto che il brano di Alessandro è rivoluzionario nella “forma”, perché pur non avendo un ritornello (a Sanremo!) ha in sé tre momenti che costituiscono il “gancio” del pezzo e al quale si può agganciare il pop-olo per farlo suo:
1) La ripetizione della parola “soldi”
2) Il “Come va come va come va”
3 ) Il battito delle mani - un ritornello cubista geniale.
E poi ci sono i suoni del 2019 a tenere  insieme il tutto, grazie al gran lavoro di Dario “Dardust” Faini e Charlie Charles.
Non si è scritto niente di tutto questo.
Si è parlato di gossip e colore della pelle.
Nel 2019…

 

Accedi alla web-app gratuita degli effettivi passaggi radiofonici delle canzoni di Sanremo in tempo reale, divisi per categorie Campioni e Nuove Proposte, calcolati da Radiomonitor su un panel di circa 367 emittenti monitorate in Italia.
© Radio Airplay powered by Rockol - riproduzione vietata.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi