NEWS   |   Pop/Rock / 30/01/2019

Sam Kiszka (Greta Van Fleet) sui Black Keys: "Devono decidere se sono una semplice band oppure una band fondamentale"

Sam Kiszka (Greta Van Fleet) sui Black Keys: "Devono decidere se sono una semplice band oppure una band fondamentale"

In una intervista rilasciata al magazine Heavy il bassista dei Greta Van Fleet Sam Kiszka ha parlato del prossimo disco della sua band, ma anche dei Black Keys.

Ha detto Kiszka riferendosi alla band formata da Dan Auerbach e Patrick Carney:

"Non fanno un disco da molto tempo, a questo punto devono decidere se sono una semplice band oppure una rock band fondamentale che rappresenta il rock and roll dei primi anni del 21esimo secolo.”

Ha tracciato quindi un paragone tra la pressione che la sua band affronta per il seguito del loro debutto discografico, “Anthem of the Peaceful Army” (leggi qui la recensione) e il tanto atteso nono album dei Black Keys che, ormai, manca dal mercato dai tempi di “Turn Blue” (leggi qui la recensione) uscito nel maggio 2014. Dice il componente della band del Michigan:

"Penso che se ci pensi troppo, diventa innaturale, ed è molto facile essere coinvolti in questa cosa. Quindi, penso che faremo quel che faremo e faremo la musica che vogliamo ascoltare e cresceremo musicalmente".

Sul prossimo disco dei Greta Van Fleet dice:

"Girando il mondo - vedendo il Giappone, vedendo l'Australia - e avendo tutte queste nuove esperienze, in un certo senso i colori della nostra mente entreranno nel disco. Questo non fa che aumentare la nostra creatività, perché vediamo tante cose belle che non abbiamo mai visto prima".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
JIMI HENDRIX
Scopri qui tutti i vinili!