Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 21/01/2019

Morgan, le anticipazioni del suo speciale su Freddie Mercury: 'Qualcuno può storcere il naso...'

Morgan, le anticipazioni del suo speciale su Freddie Mercury: 'Qualcuno può storcere il naso...'

"Qualcuno può storcere il naso e dire: 'Lui è troppo provocatore'. Capiranno invece che ci tengo a fare servizio pubblico". Con questo spirito Morgan si prepara a tornare sul piccolo schermo per lo speciale su Freddie Mercury che andrà in onda questo giovedì, 24 gennaio, alle 21.20. Il già frontman dei Bluvertigo, che proprio su Rai2, nei panni di giudice delle prime tre edizioni di "X Factor", si fece conoscere - oltre che come musicista - anche come personaggio televisivo, offre in un'intervista a La Repubblica alcune anticipazioni dello speciale: novanta minuti dei concerti tenuti dai Queen nel 1981 a Montreal, ultime battute del "The game tour", saranno intervallati da racconti e musica che vedranno Morgan interagire in studio con Petra Magoni dei Musica Nuda e Megahertz (vero nome Daniele Dupuis, suo collaboratore di lunga data). Nel corso dello speciale, che è stato registrato nel fine settimana, Morgan non mancherà di far ascoltare le sue versioni di alcuni brani pescati dal repertorio di Freddie Mercury e della sua band:

"Qualcuno dirà: mica si permetterà di cantare Mercury? Certo, altrimenti si spegne il sogno, i Queen invece lo accendono".

Nell'intervista, il cantautore racconta anche il suo rapporto con la musica dei Queen:

"So tutto dei Queen, sono perfetti. Rappresentano tutti, sono l'espressione del popolo, sono veramente sociali. Non social. [...] Mercury è empatico con il pubblico e io sono empatico con Freddie perché a furia di ascoltare i Queen invece di tradurre Platone fui bocciato. Sono andato in una scuola più facile del liceo classico e allora sono morti i Queen".

Commentando il successo di "Bohemian Rhapsody" (Leggi anche"Bohemian Rhapsody” - la recensione, la colonna sonora, le news: la recensione, la colonna sonora, le news), il film di Bryan Singer che racconta l'ascesa al successo di Mercury e dei suoi compagni di band, Morgan invece osserva:

"È l'unico film che parla di Mercury e allora dobbiamo chiederci perché piace lui. Perché viene dal basso e ce la fa. È diverso nel vero senso della parola, ma non perché sia gay. La prima vera diversità è che è un vero artista. Non è bello, non sa ballare, però ci prova. Ma canta. Il suo insegnamento è: guarda che ce la puoi fare. Le canzoni parlano di gente sfigata che ha la sua rivincita. We will rock you vuol dire 've la faremo pagare'".

Lo speciale su Freddie Mercury potrebbe segnare un ritorno in pianta stabile di Morgan in tv dopo l'esperienza come giudice di "X Factor" (prima in Rai, poi su Sky) e di "Amici": "Vorrei tornare a dare il mio servizio ma me lo devo anche meritare", dice lui.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
BOB DYLAN
Scopri qui tutti i vinili!