I Greta Van Fleet non vogliono fare la fine degli Oasis

I Greta Van Fleet non vogliono fare la fine degli Oasis

Fratelli coltelli, recita un popolare detto. Nella storia del rock sono volati non pochi coltelli, tra fratelli. La mente va subito ai Gallagher, che a distanza di quasi dieci anni dallo scioglimento degli Oasis continuano ancora oggi a lanciarsi frecciatine e insulti via social. Ma discussioni tra fratelli hanno caratterizzato anche la storia di gruppi come i Kinks di Ray e Dave Davies e i Black Crowes dei fratelli Chris e Rich Robinson, solo per citarne un paio. I Greta Van Fleet, composti dai fratelli Joshua, Jake e Sam Kiszka (accanto a loro c'è il batterista Danny Wagner) vogliono tenersi lontano da tutto questo. Anche se riconoscono che fare musica insieme ai propri fratelli non è la stessa cosa che farlo da soli, in un'intervista concessa a Consequence of Sound i fratelli Kiszka ammettono di non riuscire a fare a meno l'uno dell'altro. "Quando menzioniamo queste band al bassista Sam Kiszka, ci risponde che non crede che succederà lo stesso con i Greta Van Fleet", ha scritto l'intervistatore. A quest'ultimo, Sam ha raccontato:

"Tendiamo ad essere molto aggressivi e a volte anche testardi, quando si tratta di creatività. E ognuno ha un ruolo nel processo creativo. A volte Josh e Jake volano tra le stelle e io li riporto giù. A volte sono io che volo troppo in alto".

Lo stesso Sam, parlando a nome dei suoi fratelli, ha poi aggiunto a proposito delle discussioni tra fratelli:

"Penso che tutti ci picchiamo a vicenda regolarmente... Sto scherzando! Ma in realtà questo succedeva quando suonavamo ancora nel garage. Ci sono cose molto speciali che accadono tra fratelli, quando si è in una band. Non abbiamo paura di dirci delle cose. Questo vale anche per Daniel".

I Greta Van Fleet hanno appena pubblicato il loro album d'esordio, "Anthem of the peaceful army", che ha debuttato al terzo posto della classifica statunitense (anche se più di una rivista lo ha recensito negativamente - Pitchfork lo ha sonoramente stroncato, dandogli solamente un punteggio di 1.6 su 10). La band sarà in Italia il prossimo 24 febbraio, per un'unica data a Milano.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.