Screaming Lord Sutch, il precursore dell'horror rock (1 / 10)

Screaming Lord Sutch, il precursore dell'horror rock

La storia della musica è punteggiata da personaggi bizzarri. Uno fra questi è senz’altro Screaming Lord Sutch, nome d’arte del britannico David Edward Sutch: un cantante che ha avuto come musicisti accompagnatori gente come Keith Moon, Jeff Beck, Jimmy Page, Ritchie Blackmore, Charlie Watts e Nicky Hopkins, ma che è più conosciuto per le sue stranezze (ha partecipato a oltre quaranta elezioni per il Parlamento britannico, in qualità di leader dell’Official Monster Raving Loony Party, e ha sempre perso) che per le sue canzoni.

Peccato, perché a parte l’originalità dei suoi spettacoli molto horror-teatrali (ben prima di Alice Cooper) alcuni dei singoli di Screaming Lord Sutch sono diventati dei piccoli classici. Ve li riproponiamo nell’anniversario della nascita del loro interprete, avvenuta il 10 novembre del 1940 (la sua scomparsa invece è datata 1999).

Se vi incuriosiranno, non perdetevi questo interessante documentario:

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.