Vinyl ID: “Com’è profondo il mare”, Lucio Dalla

Vinyl ID: “Com’è profondo il mare”, Lucio Dalla

“Everyday is a vinyl day” è un'iniziativa che ha lo scopo di far riscoprire e rivalutare il patrimonio discografico italiano ed internazionale di Sony anche nel formato "classico" del 33 giri in vinile. Radio Capital e Rockol sono media partner ufficiali dell’iniziativa, guidando ogni giorno all’ascolto di un album, anzi di un 33 giri, tra storie e aneddoti. L’appuntamento su Radio Capital è dal lunedì al venerdì in SettantaOttantaNovanta dalle 16 alle 17 e il sabato in Back & Forth tra le 16 e le 18.

“Com’è profondo il mare” è l’album che consacra il talento di Lucio Dalla e non solo per le sue straordinarie doti canore e compositive. Con il settimo disco, infatti, l’artista bolognese sperimenta per la prima volta la scrittura dei testi dando inizio al periodo d’oro della sua carriera.
Il pezzo omonimo, dipinto straordinario della condizione dell’uomo di ieri e di oggi, è l’ouverture perfetta per una sequenza di brani più facili all’ascolto rispetto a quelli del passato, ma mai banali o scontati. Il genio di Dalla emerge sempre, da “Il cucciolo Alfredo” (“Se la sua è cattiveria, io la prendo per mano”), a “Corso Buenos Aires” (racconto metropolitano di due immigrati sorpresi a rubare, con l’inevitabile contrasto tra la vita di strada e l’elegante borghesia milanese), dalla singolare narrazione di “Disperato Erotico Stomp” (“ma l’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale”) alla toccante amarezza di “Quale allegria” (“Quale allegria, se ti ho cercato per una vita senza trovarti, senza nemmeno avere la soddisfazione di averti per vederti andare via”).

Pubblicato:
1977, RCA

Stato culturale:
Siamo nel 1977 e Lucio Dalla ci regala una fotografia di quegli anni attraverso il suo modo unico, visionario e poetico di raccontare la realtà. Il mare rappresenta il pensiero e, come lui stesso canta nel brano che porta il titolo del disco, “Il pensiero come l’oceano non lo puoi bloccare, non lo puoi recintare”. È l’epoca d’oro del cantautorato italiano, di protesta e non, e Lucio entra a pieno titolo in questo Olimpo con il suo settimo album in studio.

La produzione:
L’album è realizzato presso gli studi RCA di Roma, ad eccezione del brano “Com’è profondo il mare” inciso presso gli Stone Castle Studios di Carimate, in provincia di Como. Ad accompagnare Lucio Dalla, Ron alla chitarra e alle tastiere, nonché i futuri Stadio: Giovanni Pezzoli alla batteria, Marco Nanni al basso e Fabio Liberatori alle tastiere.

La canzone fondamentale:
Canzone surreale, onirica e futuristica e al contempo specchio della società di ieri e di oggi, “Com’è profondo il mare” è la storia dell’umanità, tra ingiustizie e umiliazioni, dinamiche di potere e ricchezza, con l’unico scopo da parte dei potenti di annientare il pensiero libero e autonomo, qui rappresentato dal mare, sconfinato e profondo.
Il brano è inevitabilmente legato al contesto storico e geografico in cui è stato scritto, ma è più che mai attuale, manifesto a tinte forti della decadenza umana e civile.

Caricamento video in corso Link

La tracklist:
Come è profondo il mare - 5:24
Treno a vela - 3:27
Il cucciolo Alfredo - 5:22
Corso Buenos Aires - 4:38
Disperato erotico stomp - 5:52
Quale allegria - 4:30
...E non andar più via - 3:25
Barcarola - 3:50

Dall'archivio di Rockol - Pillole di saggezza di Lucio Dalla
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.