Georges Brassens visto e rivisto da Fabrizio De André (1 / 13)

Fra il 1952, quando debuttò discograficamente con l'album "La mauvaise réputation", e il 1976, quando venne pubblicato il suo ultimo lavoro "Trompe-la-mort", Georges Brassens ha scritto e cantato quasi 150 brani. In Italia, il canzoniere del cantautore francese è stato ampiamente trasposto in particolare a cura di Nanni Svampa, che ha pubblicato parecchi album in cui le canzoni di Brassens sono adattate sia in dialetto milanese sia in italiano. Ma Brassens, agli inizi degli anni Sessanta, fu uno dei principali modelli ai quali guardò l'allora pressoché esordiente Fabrizio De André. Qui di seguito trovate le versioni originarie e le "versioni De André" di alcune celebri canzoni di Georges Brassens, oltre ad altri brani di De André che pur non essendo dichiaratamente versioni di brani di Brassens sono ampiamente debitori di questi, o nel testo o nella musica.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.