Eurovision: perché Gabbani non ha vinto? (1 / 3)

Eurovision: perché Gabbani non ha vinto?

Non ce l’abbiamo fatta neanche stavolta. Si entra Papa e si esce cardinale, si dice del conclave: così è stato per Francesco Gabbani e la sua “Occidentali’s karma”, favorita nelle settimane che hanno portato all’Eurovision Song Contest, e solo sesta nella classifica della finale, dopo il vincente Portogallo, ma anche dopo Bulgaria, Moldavia, Belgio e Svezia. 

Perché abbiamo perso? Diversi fattori che si concatenano. Il blocco dell’est europeo, che tradizionalmente vota compatto, si è concentrato sulla Bulgaria (la Russia, come era noto, era assente). Le giurie hanno probabilmente votato contro il favorito, e si sono concentrate sul Portogallo, così come il televoto. E' stata premiata una canzone, quella di  Salvador Sobral, apparentemente fuori dalle regole della manifestazione: "Amar pelos dois” è intima, minimale, praticamente priva di scenografia. “Music isn’t fireworks” ha commentato il vincitore: non è proprio così. La musica è anche, ma non solo, spettacolo. 

Questa volta, però, ci siamo presentati davvero bene: Gabbani ha fatto un bel passaggio, aveva il pieno supporto della RAI (nel pomeriggio il direttore di RaiUnio Andrea Fabiano aveva twittato entusiasticamente sulla possibilità di organizzare la manifestazione l'anno prossimo, in caso di vittoria).
La canzone era perfetta quel contesto; la scenografia ricalcava quella di Sanremo, con l’aggiunta di quattro coristi (tra cui Chanty, già in gara tra i giovani al Festival).

Ma laddove a Sanremo Gabbani svettava, sembra innovativo e diverso, in questo contesto rischiava di essere più "normale". All'Eurovision il pop danzereccio e divertente è la regola.

Se volete una spiegazione più dettagliata dei meccanismi interni che hanno portato al risultato finale, leggete questo articolo di Pop Topoi (che era in sala stampa a Kiev)

Una nota televisiva, invece: la performance di Gabbani è stata penalizzata da una brutta regia, imprecisa nel raccontare la canzone, e con un pessimo stacco su “Namasté alè” che ha mostrato la platea, perdendo la carica del momento.

Meglio di Gabbani, in passato, hanno fatto Raphael Gualazzi, secondo nel 2011 e Il Volo, terzi nel 2015 (anche loro dati per stra-favoriti e bocciati dal televoto).

L'Italia può dirsi comunque soddisfatta, come nota su Twitter Eddy Anselmi, il vice-capo delegazione della RAI. Gabbani è il 5ª artista nazionale che termina in top ten su 7 dal nostro rientro nella manifestazione dal  2011.
 Gabbani ottiene anche il miglior risultato delle "big 5" (Francia, Spagna, Italia, Inghilterra, Germania: le nazioni che accedono di diritto alla finale). 

Infine, i numeri. Nella mattinata di oggi sono arrivati i dati Auditel: l'Eurovision ha vinto la serata del sabato, portando su RaiUno 3.741.000 telespettatori e ottendendo uno share 20.15%, battendo niente meno che la corazzata "Amici" (3.748.000 telespettatori, share 19.83%).

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.