Amici 2017, il commento alla terza puntata: ma le polemiche fanno bene al talento?

Amici 2017, il commento alla terza puntata: ma le polemiche fanno bene al talento?

Ci risiamo: anche la terza puntata del serale della sedicesima edizione di "Amici" è stata un "tutti contro Morgan" (ecco chi è stato eliminato e cosa è successo; qui, invece, una gallery con le foto dei momenti salienti). Il cantautore brianzolo, direttore artistico della squadra bianca, è stato suo malgrado protagonista di più di una polemica: contro Rudy Zerbi, contro i giudici e - la più violenta - contro il pubblico.

Il fatto è questo: Morgan ha idee straordinarie che, però, in pochi sembrano comprendere e apprezzare. E ha voglia di parlare di musica, degli arrangiamenti dei brani, di spiegare la musica e di raccontare le canzoni: questo lo porta a dilungarsi molto su cose che il pubblico di "Amici" non trova interessanti. La polemica contro il pubblico, questa sera, è scoppiata proprio per questo motivo: Morgan stava raccontando la nascita e il significato di "These are the days of our lives" dei Queen e durante il suo discorso una ragazza del pubblico ha urlato perché un ballerino si era tolto la maglia ed era rimasto a torso nudo (mostrando i suoi addominali). "Bimbominkia!", ha sbottato lui, che è stato poi sommerso dai fischi del pubblico - e per qualche istante ha lasciato lo studio.

"Vi annoia l'approfondimento, voi volete la vita random, cose a caso, senza conoscere il contesto. Voi volete casualità", ha detto Morgan, rivolgendosi a Marco Bocci, giudice d'eccezione della puntata - reo di avergli fatto notare, in sostanza, che i suoi discorsi possono stancare il pubblico.

Più di una volta, durante la puntata, si è avuta l'impressione che i professori della squadra blu abbiano attaccato i ragazzi della squadra bianca proprio per attaccare il loro direttore artistico, Morgan. Come quando si è discusso sull'intonazione del cantautore Mike Bird su "Io che non vivo (senza te)" e "Ogni volta": "Siamo al serale, abbiamo avuto un anno per studiare, quindi adesso dovremmo essere abbastanza pronti", ha attaccato Rudy Zerbi, professore della squadra blu. "Chissenefrega della perfezione!", ha risposto Morgan, "e poi non mi risulta che sul regolamento ci sia scritto che tu possa influenzare il voto della giuria con questo tipo di commenti. Non sei un giudice".

In tutto questo, Maria De Filippi ha puntualmente riportato la situazione all'ordine, con la risolutezza e la calma che contraddistingue il suo stile:
 

"Per rispetto a questa trasmissione cercate di non provocare una persona che è facilmente provocabile", ha detto al pubblico dello studio, "voi siete in tanti, lui è qui seduto da solo. Se vede determinate cose, reagisce. Lo avete capito, lo abbiamo capito... Cercate di evitare".


Morgan, dal canto suo, ha fatto notare:
 

"Qui non c'entro niente io, ma rischiamo di buttar fuori i ragazzi, che hanno un casino di talento. Qui si fa la polemica con me. Se voi esagerate così, vanno fuori loro. Mi state facendo incazzare perché ci vanno di mezzo loro".


Ecco, il punto è proprio questo: queste polemiche fanno bene al programma in termini di "narrazione" ("Amici" è sì un talent, ma è anche un programma televisivo: e tutti siamo curiosi di scoprire cosa succederà nella prossima puntata: con chi litigherà Morgan?), ma fanno meno bene alle esibizioni dei ragazzi, che rischiano di passare in secondo piano.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.