NEWS   |   Italia / 08/07/2016

Giordana Angi, esce 'Chiusa con te (XXX)', prodotta da Tiziano Ferro: 'È il frutto di quattro anni di lavoro' - INTERVISTA

Giordana Angi, esce 'Chiusa con te (XXX)', prodotta da Tiziano Ferro: 'È il frutto di quattro anni di lavoro' - INTERVISTA

Si chiama Giordana Angi, ha 22 anni ed è la nuova "scoperta" di Tiziano Ferro, che torna a vestire ancora una volta i panni di produttore. "Chiusa con te (XXX)" non è il primo frutto della sua collaborazione con Ferro, iniziata due anni fa (e dalla quale sono nati altri brani), ma è la prima canzone che la cantautrice ha deciso di far ascoltare al pubblico: il singolo, disponibile da oggi, venerdì 8 luglio, è il primo di Giordana Angi su etichetta Sugar.

Per rompere il ghiaccio ti chiederei di presentarti e di presentare anche il tuo progetto...
"Presentarmi a parole non è facile, vorrei parlare di me attraverso la musica. Sono una ragazza semplice ma con le idee chiare sulla musica che vorrebbe fare: fondere le melodie classiche a suoni moderni. Scrivo d'amore, scrivo di emozioni e scrivo di libertà, della mia libertà. Sono dell'idea che a volte anche le esperienze più difficili possono tirare fuori chi sei veramente. Cerchiamo sempre di scappare dalla tristezza, che invece va accolta. Ecco, io con la mia musica cerco di tirare fuori il positivo da una situazione che da fuori potrebbe risultare negativa e rendere bello quello che in un dato momento avverto come negativo".

Hai parlato di libertà: cosa intendi, esattamente?
"In giro vedo molto conformismo, persone vestite uguali che fanno tutte le stesse cose. Secondo me, invece, ognuno di noi è unico e ha il suo perché, con i propri difetti e le proprie particolarità".

Sei originaria di Latina, ma sulla tua bio su Facebook scrivi che sei nata in Francia.
"Sì, sono nata in Francia, a Vannes, ma sono cresciuta ad Aprilia (in provincia di Latina, che è la stessa città di Tiziano Ferro). Ho origini per metà italiane e per metà francesi e nel corso di questi 22 anni ho fatto avanti indietro tra l'Italia e la Francia, dove ho vissuto per due anni. Complice il lavoro di mia mamma, che fa l'assistente di volo, sono stata spinta a viaggiare molto e fare continui traslochi. Questo mi ha portato a vedere più situazioni e anche ad imparare lingue diverse".

"Chiusa con te (XXX)" il singolo apripista del tuo nuovo progetto discografico. Già qualche anno fa, però, hai cercato di farti conoscere dal grande pubblico, partecipando anche al Festival di Sanremo nel 2012. Che ricordo hai di quell'esperienza?
"Un ricordo bellissimo: avevo fatto l'audizione a 18 anni, senza etichetta. È stata la mia prima esperienza importante ma al tempo stesso dolorosa, perché non è andata come speravo. Mi è servito tanto, perché da lì ho cominciato a voler fare veramente questo: scrivere canzoni e fare musica. Ho dedicato gli ultimi quattro anni solamente alla scrittura".





Tra la canzone con la quale hai partecipato a Sanremo e il tuo nuovo singolo c'è una differenza abissale, a livello di suono. Molto classica la prima, molto moderno il secondo.
"Io ho sempre ascoltato l'hip hop e la musica r&b. Diciamo che gli ascolti sono gli stessi, ma sono cambiata io. 'Incognita poesia' (la canzone presentata a Sanremo nel 2012, ndr) non pensavo partecipasse a Sanremo e non c'è stato molto tempo per lavorarci, è stato prodotto in due settimane. Questo lavoro qui, viceversa, è frutto di tutti questi anni".

Ti rappresenta di più?
"Sì, mi rappresenta molto di più rispetto a quattro anni fa: ero più piccola e acerba sotto ogni aspetto. 'Incognita poesia' rappresentava quel momento della mia vita, parecchio sfocato".

L'incontro con Tiziano Ferro, invece, come è avvenuto?
"Gli ho inviato una demo due anni fa. Avevo scritto dei brani nuovi completamente elettronici, dalle sonorità moderne, e mi ero chiesta: 'Chi potrebbe capirmi, in Italia?'. Ho pensato a lui. Convinta che non leggesse la lettera e che non ascoltasse le canzoni, ho dimenticato di lasciargli il mio numero di telefono e il mio indirizzo. Così, Tiziano si è dovuto mettere sulle mie tracce per recuperare i miei dati".

E poi?
"È nato tutto molto lentamente. Lui mi ha chiamato dicendomi che aveva ascoltato le demo. Ci siamo incontrati a Latina e da lì abbiamo cercato di costruire qualcosa insieme, piano piano. In questi due anni ho continuato ad inviargli canzoni, finché lui non ha presentato il progetto alla Sugar (etichetta per la quale il cantautore ha da poco firmato un contratto editoriale, ndr) e loro sono rimasti colpiti dal progetto".

Quando è nata "Chiusa con te (XXX)"?
"È nata lo scorso inverno alle Maldive. Mi trovavo lì per lavoro, su un isolotto di due chilometri: la sera cantavo, facevo la dj, è stata un'esperienza fantastica. Lì ho scritto tanto e quando è nata questa canzone sapevo che stava succedendo qualcosa di diverso. L'ho scritta di notte, non riuscivo a dormire e ho dovuto per forza buttare giù questa melodia. Non c'era il ritornello, c'era semplicemente la strofa e la base, fatta al volo. Dopo qualche giorno sono tornata in Italia per un incontro con la Sugar: loro hanno voluto ascoltare altre canzoni, tra cui anche 'Chiusa con te (xxx)'. Gli è piaciuta molto, ma ho dovuto cambiare il ritornello. Lavoro molto con le immagini e quando immagino qualcosa cerco di scriverla. Con questa canzone volevo figurare una stanza a cubo sospesa in aria, rappresentare il momento in cui sei chiusa in una stanza con una persona e non te ne importa niente del resto del mondo".

Il sound della canzone ricorda parecchio le primissime produzioni di Tiziano: quanto c'è di tuo e quanto di suo, nel suono?
"È nata proprio così, la base originale è molto simile a quella della versione finale. Tiziano ha voluto mantenere la natura del pezzo ed è una cosa che ho apprezzato tantissimo. È stata una coincidenza, non c'è stato da parte mia un voler fare 'uguale a...'".

Ma quindi lui cosa ha fatto esattamente?
"Lui mi consiglia, è fondamentale. Ad esempio, sul ritornello di questa canzone io avevo inserito un'altra apertura, ma la canzone non partiva. Quando lui ha ascoltato la prima versione mi ha suggerito di cambiare il ritornello per far decollare il pezzo. Avevo poco tempo per modificare il brano e al tempo stesso dovevo scrivere altre canzoni".

C'è un artista in particolar modo al quale ti sei ispirata per il suono di "Chiusa con te (XXX)"?
"Sicuramente Rihanna, Drake e Pharrell Williams, ma anche qualcosa di Madonna. Per me, i dischi di Madonna hanno tutt'oggi dei suoni fuori dal comune. Se guardi il mio iPod c'è questo: mi piace il minimale, le sonorità fighe".

A proposito: hai ascoltato l'ultimo disco di Bieber?
"Ecco, lo sapevo che sarebbe spuntato. Sì, l'ho ascoltato e l'ho trovato davvero bello: dentro ci sono idee uniche e i suoni che mi piacciono molto".

I suoni del tuo disco saranno simili a quelli di "Chiusa con te (XXX)"?
"Sì, assolutamente. L'obiettivo è quello di fare un disco in questo stile. Ma ancora non so quando uscirà...".

di Mattia Marzi

Scheda artista Tour&Concerti
Testi