Massimo Zoara (B-nario): il ritorno con il singolo "Lettera di un serial killer" e un doppio CD. GUARDA

Ho conosciuto Massimo Zoara - conosciuto di persona, intendo - qualche anno fa, sarà stato il 2008 o il 2009. Allora stava producendo una giovane cantante e autrice, bellissima e (inopinatamente) anche molto brava: gli proposi una canzone per il singolo di debutto della ragazza, che poi ebbe una breve notorietà e qualche successo prima di sparire dai radar della cronaca musicale. Ma sapevo chi era Zoara: era metà dei B-Nario, per i quali il mio collega e amico Luca Bernini aveva scritto, insieme a Massimo Morini e allo stesso Zoara, "Battisti" (un successo nel 1994):


Ci siamo incontrati qualche volta, all'epoca, e in un'occasione mi aveva fatto ascoltare una sua canzone inusuale e coraggiosa, intitolata "Lettera di un serial killer", che mi aveva molto colpito. Gli avevo suggerito di proporla a Giorgio Faletti, che era diventato lo scrittore italiano di maggiore successo grazie ai suoi thriller e che sarebbe stato l'interprete ideale per quella canzone.
Poi i casi della vita ci hanno fatto perdere contatto, e sono molto contento di poter scrivere che "Lettera di un serial killer" è finalmente diventata un disco, interpretato dall'autore, appunto Massimo Zoara, e incluso nell'album di prossima uscita "Le cose che cambiano- Le cose che restano" (un doppio Cd: uno con brani inediti, uno con i successi dei B-Nario).

Nel comunicato stampa che annuncia la pubblicazione del disco si riporta un commento di Ivano Fossati a proposito della canzone:
"Mi piace. È scabrosa, ma è un’idea. E poi ormai è più scabroso il telegiornale. (Zoara) Mi sembra bravo e lucido con le parole, cosa non comune…".
A parte la soddisfazione personale per aver intuito forse fra i primi i meriti di "Lettera di un serial killer", mi fa piacere condividere con i lettori di Rockol anche l'ottimo videoclip della canzone, diretto da Michele Pastrello.
(fz)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.