Rockol Awards 2021 - Vota!

Frank Sinatra, la leggenda ha un secolo: 'Strangers in the night', quando il mito diventa canzone - VIDEO

Frank Sinatra, la leggenda ha un secolo: 'Strangers in the night', quando il mito diventa canzone - VIDEO

"E' la cazzo di peggiore canzone che abbia mai sentito". No, non è l'opinione di un noister nauseato dalla melassa di uno degli standard da crooner più famosi di sempre, ma parole pronunciate da Frank Sinatra in persona, che della stessa "Strangers in the night" ha fatto una bandiera. Già, Ol' Blue Eyes non la reggeva. "C'è questa canzone che non sopporto", disse alla platea durante un concerto a Tel Aviv, nel '75: "No, non la reggo proprio. Ma che diavolo...", disse prima di attaccarla.

The Voice, quella canzone, l'ha detestata fin dall'inizio, "da quando ho sentito Don Costa suonarla al piano, apposta per me". Eppure il brano firmato da Bert Kaempfert (e dai parolieri Charles Singleton e Eddie Snyder) è una delle gemme più splendenti della sua folgorante carriera. Arrangiata da Nelson Riddle, uno dei collaboratori più validi e fedeli al cantante di Hoboken, "Strangers in the night" venne distribuita per la prima volta sul mercato nel '66 come title track dell'omonimo album, spedendo quasi istantaneamente The Voice in vetta alle classifiche sia americane che inglesi. E scatenando manie che agli Ol' Blues Eyes dovevano parere assurde. Come lo scat sul finale, per esempio: probabilmente per Sinatra era un espediente come un altro da giocarsi sul fade out finale senza preoccuparsi di aggiungere altro testo, eppure i fan l'adorarono, costringendo la sua casa discografica, nel 2008, a ripubblicarla in una versione estesa con l'intera ripresa dell'improvvisazione.

E' una canzone, "Strangers in the night", che nonostante le controversie sulla propria partenità - ad avanzare accuse di plagio, ai tempi, furono sia il cantante croato Ivo Robic (che comunque cedette dietro compenso a Kaempfert i diritti di una sua composizione) sia il compositore francese Michel Philippe-Gérard, la cui richiesta non fu accolta dai tribunali d'oltralpe - sul pubblico a sempre saputo esercitare un ascendente particolare, particolarmente su quello italiano.

A cimentarsi nella rilettura del brano furono Dalida e Johnny Dorelli, che coniugarono la versione italiana del testo (firmata da Ermanno Parazzini) rispettivamente (e ovviamente) al femminile e al maschile:

E nemmeno la grandissima Mina si fece sfuggire l'occasione di cimentarsi nel classico che The Voice non poteva soffrire: la "Voce" italiana la cantò sia nel 1984 per l'album "Catene", sia nel 2005 per il disco "L'allieva":


Il fascino del brano contagiò anche il mondo del rock: gli Aerosmith la citarono sotto forma di strumentale all'interno di "Train kept a rollin'" in "Live! Bootleg" del '78, mentre gli alt-rockers Cake nel 2005 ne registrarono una versione per il videogame "Stubbs the Zombie in rebel without a pulse":

 

 

Leggi anche:

 

FRANK SINATRA, CENTESTIMO ANNIVERSARIO: LA BIOGRAFIA DI THE VOICE

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI: IL MITO DELL''ITALIANO' CHE CONQUISTÒ GLI STATES

 

 

FRANK SINATRA, CENTESIMO COMPLEANNO: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SUL RAT PACK

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI DI OL' BLUE EYES: LA VOCE CHE STREGÒ I GANGSTER

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI FA NASCEVA IL MITO: LA STORIA DI 'MY WAY', IL SUO CAPOLAVORO - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI DI MITO: COSA C'È DA SAPERE SU 'MOON RIVER' - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, CENTESIMO ANNIVERSARIO: LE CANZONI DA NON PERDERE / ASCOLTA

 

 

FRANK SINATRA, UN SECOLO DI THE VOICE: I DUETTI CON BONO, BENNETT, ELVIS, STREISANT E GLI ALTRI GRANDI / ASCOLTA

 

 

FRANK SINATRA, I CENTO ANNI DI OL' BLUE EYES: COSA C'È DA SAPERE SULLA SUA CARRIERA DA ATTORE - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, IL CENTESIMO ANNIVERSARIO DI THE VOICE: TUTTE LE MOGLI DI OL' BLUE EYES - FOTO

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI FA NASCEVA IL MITO: DA ROBBIE WILLIAMS A MICHAEL BUBLÉ, TUTTI GLI EPIGONI

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.