What a clip! Alex Infascelli e la musica italiana

Alex Infascelli nasce a Roma nel 1967. Figlio di un noto produttore cinematografico, Alex si trasferisce a Los Angeles nel 1988 dove presto inizia a lavorare come aiuto regista in una casa di produzione.
Al suo ritorno in Italia, Infascelli conosce Frankie HI- NRG MC e tra i due nasce un sodalizio artistico che lo porta a dirigere sia i videoclip del rapper che di altri artisti italiani come Daniele Silvestri, Tiromancino, Almamegretta, Verdena e Ligabue.

Nel 1995 lavora al videoclip del singolo “Le cose in comune” di Daniele Silvestri: protagonista del video è il cantante romano che interpreta il ruolo di uno scienziato alle prese con la creazione di una donna perfetta. Mentre lo scienziato è al lavoro, sui monitor nello studio passano frammenti di vari programmi televisivi come Star Trek e Tom & Jerry.

Daniele Silvestri “Le cose in comune”

Caricamento video in corso Link


Due anni dopo Alex è al lavoro assieme a Max Gazzè e Niccolò Fabi per la realizzazione del videoclip di “Vento d'estate” in cui troviamo due amici, un tandem, strade, campagne e girasoli.

Niccolò Fabi “Vento d'estate”

Caricamento video in corso Link


In seguito è la volta di Elisa, e il regista dirige il videoclip di “Labyrinth”, secondo singolo estratto da uno dei più famosi album della cantante, “Pipes & flowers”.

Elisa “Labyrinth”

Caricamento video in corso Link


Nel 2007 Infascelli lavora nuovamente assieme a Daniele Silvestri, occupandosi della regia del video di “Gino e l'Alfetta”. Protagonisti della clip sono Valerio Mastandrea e Daniele Liotti che svolgono il loro lavoro di poliziotti in borghese su un'auto civetta. Cosa succede quando però uno dei due si scopre segretamente attratto proprio dal bel collega?

Daniele Silvestri “Gino e l'Alfetta”

Caricamento video in corso Link


Quest'anno è la volta dei Bud Spencer Blues Explosion, e Alex si cimenta in ben due videoclip, quello girato per il singolo “Duel” e l'ultimissimo “Miracoli”, in cui vengono montate assieme scorie visive a bassa risoluzione per uniformarsi alla bassezza spirituale di cui è vittima l'uomo moderno.

Bud Spencer Blues Explosion “Miracoli”

Caricamento video in corso Link

 

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.