NEWS   |   Cinema / 30/06/2014

James Jagger star in una serie TV prodotta da papà Mick (e da Martin Scorsese)

James Jagger star in una serie TV prodotta da papà Mick (e da Martin Scorsese)

Anche le rockstar tengono famiglia, e tutto il mondo è paese? Titillare i bassi istinti del pubblico sarebbe ingiusto, perché alla fine James Jagger, figlio del frontman dei Rolling Stones chiamato nel cast di una serie televisiva prodotta dalla HBO - al momento ancora senza titolo - incentrata sulla scena rock della New York anni Settanta prodotta da papà Mick e dal suo amico di vecchia data Martin Scorsese qualche esperienza davanti alla macchina da presa ce l'ha: la prima, addirittura, fu per il lungometraggio di produzione italo-britannico-monegasca - diretto da Liana Marabini - "Vivaldi, il prete rosso", biopic sul compositore di Venezia del 2009, alla quale seguirono apparizioni sui set dell'horror del 2010 "Knife edge", di un altro biopic - su Ian Dury, "Sex & drugs & rock & roll", sempre nel 2010, di "Mr. Nice" e di "Stealing summers", nel 2012. Altrettanto vero è che un suo compagno alla scuola di recitazione di New York che ha frequentato, tal Robert Pattinson, figlio di un venditore di auto d'epoca e di un'impegata in un'agenzia di modelli, qualcosa di più ha fatto. Ma tant'è.

Il giovane Jagger vestirà i panni del frontman di una punk band immaginaria, i Nasty Bits, che muoveranno i propri passi là dove hanno gettato le fondamenta del proprio successo Ramones e Television: a fargli compagnia sono stati chiamati Bobby Cannavale (già al lavoro con Scorsese come Gyp Rosetti in "Boardwalk Empire"), che vestirà i panni del personaggio principale, un discografico cocainomane, Ray Romano, Juno Temple, PJ Byrne, Andrew Dice Clay e Birgitte Sorensen, chiamata a interpretare la musa di Jagger Jr. L'ipotetico periodo di arrivo sul piccolo schermo non è ancora stato ipotizzato.