NEWS   |   Italia / 23/06/2014

Dante Francani vince Musicultura 2014

Dante Francani vince Musicultura 2014

Conosco Dante Francani da poco più di un anno. Mi era stato segnalato, per il “Genova per Voi” che organizzo per cercare nuovi autori, Radio Delta 1 (un’emittente abruzzese), e avevo ascoltato due sue canzoni, entrambe molto belle: una di queste era “Tuta blu”, l’altra “Pindaro”, un delicato bozzetto dedicato alla figlia. L’avevo selezionato fra i semifinalisti, poi però Dante – che è di Atri, provincia di Teramo; nella foto è ritratto da Mauro Corazza - aveva mandato, per la finale, una canzone meno convincente e meno immediata, e (a malincuore) la Commissione non l’aveva incluso fra gli 11 finalisti. Dante è un operaio metalmeccanico che scrive canzoni un po’ alla Francesco Guccini e un po’ alla Pierangelo Bertoli, con parole semplici ma anche poetiche, e una struttura semplice e precisa.



Dopo la mancata ammissione fra i finalisti Dante era dispiaciuto e anche demoralizzato, ma l’avevo rincuorato. Poi sua moglie, e a sua insaputa, l’ha iscritto a “Musicultura”, la prestigiosa manifestazione dedicata ai cantautori. Sono molto contento di dirvi che Dante Francani ha vinto “Musicultura” con “Tuta blu”, e che con la sua simpatia e la sua semplice ingenuità ha entusiasmato i tremila spettatori dello Sferisterio di Macerata, dicendo cose importanti e sensate: "Siamo tutti metalmeccanici, anche il proprietario della mia azienda che resiste alla crisi. Ho già composto 24 canzoni e con i soldi del premio voglio finalmente incidere un album". Ecco, magari quella di usare i soldi del premio (20.000 euro) per incidere un album non è un’idea così sensata – ma Dante Francani avrà tempo per (ri)pensarci.
(fz)

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi