Comunicato Stampa: Concerti del fine settimana al Metarock Live Club

Comunicato Stampa: Concerti del fine settimana al Metarock Live Club
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Giovedì 11 marzo al Metarock Live Club
Reggae Club – Dance Hall Style
Black Heart Soundsystem

I Black Heart nati e cresciuti musicalmente intorno agli anni 90, durante l'ascesa della posse romana, sono un gruppo di appassionati di musica reggae che hanno viaggiato molto nella lontana Giamaica per importare un po'della cultura sound system, e soprattutto i loro impianti! Dato che quelli esistenti in Italia erano inadeguati e obsoleti.
Cresciuti in una città non troppo grande, Lucca, i Black Heart nel '97 riescono a costruirsi il loro sound system, in questo modo la loro voglia di farsi conoscere, suonare e diffondere il loro messaggio si fa più realistica.
Pur tra molte difficoltà cominciano a collaborare con altri sound, partecipano a molte iniziative territoriali finché riescono ad arrivare al SUNSPLASH raduno internazionale di musica reggae ad Osoppo e al RAS, incontro nazionale di sound system.
E questo… è solo l'inizio!
al Metarock Live Club
il giovedì è “Universitario”

Dalle 19:30 alle 22:00 opzione cena: 10€ = cena + 1 consumazione
la cena comprende: piatto unico (anche vegetariano); una porzione di patatine; 0,3 L di birra o vino o bibita equivalente
Per studenti muniti di tessera mensa 1 birra omaggio (o bibita equivalente)

da Pisa, l'avanguardia dell'elettronica Italiana

DRM

Al Metarock Live Club – Venerdì 12 marzo ore 22:30

DRM è un gruppo nuovo, italiano, formato a Pisa nel 2002 da Marzio Aricò (elettronica), Alessio Ghionzoli (chitarra) e Federico Madeddu (voce e chitarra). Non un progetto, ma un gruppo di musica elettronica contemporanea nel 2000 così come avrebbe potuto essere grunge negli anni '90 o wave negli '80.
DRM è frutto di una costante attrazione verso minimal tecno e micro house, di un rigoroso lavoro di sintesi del linguaggio e di ricerca sui concetti di groove e di pulizia digitale. Ma è anche la storia di un amore mai finito per l'incertezza delle chitarre e per tutte quelle imperfezioni acustiche, fra cui la voce umana, che rappresentano il concetto stesso di istante.
Tutta la musica dei DRM è stata composta, arrangiata e prodotta dai DRM stessi, talvolta insieme ad amici, spesso in loro compagnia.
Due importantissime collaborazioni, quella con i pionieri tedeschi To Rococo Rot e quella con i minimalisti napoletani Retina.it, hanno aperto gli scenari musicali del gruppo e donato alla musica dei DRM un ineffabile tocco della loro grazia.
Così, in un tempo in cui la scena indipendente italiana sembra aver perso la capacità di proporre, Haiku rappresenta un album di debutto che prova ad accostarsi con delicatezza ad altri prodotti di una generazione di giovani musicisti europei che credono nell'elettronica e hanno amato il rock.
DRM porta il classicismo italiano nella poesia della musica elettronica europea.

Al Metarock Live Club – Sabato 13 marzo
INGRESSO € 10 / RIDOTTO € 7 PRIMA DELLE 00:30
CON COSUMAZIONE
METACLUBBING SPECIAL EVENT
SANTOS DJ SET
+ DJ RESIDENT THE SOUNDQUAKE

Ogni tanto accadono dei piccoli miracoli in musica, e la scena dance italiana ha mostrato negli anni una certa capacita' di sfornarli. Uno di questi e' sicuramente Santos. Nato nel 1971, inizia la carriera nei primi anni 90 subendo in pieno la fascinazione per la house music, dopo un'infanzia passata ad ascoltare Jean Michel Jarre, Kraftwerk, Brian Eno, Cerrone e soprattutto Giorgio Moroder, cosi' come stelle dell'hiphop pionieristico come Grandmaster Flash, LL Cool J, Run DMC, Arthur Baker e Paul Hardcastle. E' nel 92 che riesce ad attrezzare il suo primo studio, con strumentazione ancora molto povera, ma gli basteranno un paio d'anni per cominciare a farsi notare da nomi 'pesanti' della scena dance italiana come Dino Lenny, Savino Martinez, Claudio Coccoluto, che lo aiuteranno a far uscire la sua prima produzione su etichetta UMM, 'Play House' a firma Shoante. Da quel momento e' tutto un susseguirsi di uscite sempre di successo, pero' ad un certo punto Santos decide di andare in cerca di nuove formule e nuovi stimoli. Si tuffa nell'ascolto dell'elettronica, da Carl Craig a Daft Punk, passando per Chemical Brothers e Fatboy Slim, e in combutta con Marco 'Peeddoo' Gallarani, da' vita a qualcosa di nuovo ed eccitante nel campo delle musiche da dancefloor: la cultura 'shakadelica', come a loro piace definirla, ovvero un'eccitante commistione di breakbeat e sonorità house venate di funk. Forse il piu' grande fan di Santos e' nientemeno che Fatboy Slim, che commissionera' il remix di 'Drop The Hate' ed inserira' due tracce nel suo monumentale 'Live From Brighton Beach'. Per Santos quindi una definitiva consacrazione internazionale di un livello tale che pochi artisti italiani possono inserirla a curriculum; ma, per lui, non e' questo il punto: l'importante e' continuare a fare musica che sia gioiosa e che abbia sui dancefloor un impatto micidiale.

Al Metarock Live Club – Domenica 14 marzo
A PUNK NITE!
CON
THE QUEERS + MANGES

I Queers sono un' istituzione nel punk rock mondiale. Attivi dal 1982, grazie al loro sound inconfondibile e la purezza della loro attitudine, sono ormai amati da migliaia di ragazzi in tutto il mondo. -La band si e' formata nel New Hampshire e durante tutti gli anni 80 ha prodotto svariate perle di pura attitudine punk. La loro frastagliata discografia di quegli anni e' stata raccolta nell'album “A day late and a dollar short”(1996), contenente numerosi inni che ancora oggi riempiono di energia le performance live dei Queers. Ma e' con il loro primo vero album “grow Up”, uscito all'inizio degli anni 90, che la band si e' guadagnata l'ingresso nella Lookout! Records di Berkley, California. Insieme a compagni di scuderia quali Screeching weasel, GreenDay, Operation Ivy, I Queers hanno definito il suono che ha rilanciato il pop-punk nelgi anni 90, influenzando centinaia di bands in tutto il mondo. -Proprio in Italia I Queers sono molto popolari. Grazie a un'incessante attivita' live, che li ha visti in tour attraverso Americhe, Giappone, Australia e Europa, I Queers sono apparsi in Italia gia' a partire dal 1996 e hanno sempre ricevuto una calorosa accoglienza dai kids Italiani, che hanno riempito locali e Csa della penisola per quello che ormai non si puo' solo definire uno show ma un tributo ad una band storica. Con la loro miscela di Ramones e Beach Boys, condita da un'energia e una schiettezza rare anche nelle band piu' giovani, i Queers hanno conquistato il rispetto di ogni pubblico.

I Manges si sono formati nel 1993 a La Spezia. La formazione originaria con Andrea Caredda (voce e chitarra), Massimo Zannoni (basso) e Manuel Cossu(batteria) è rimasta invariata, fatta eccezione per il ruolo di secondo chitarrista, ricoperto prima da Hervè Perocini (oggi nei Peawees), poi da Massimo Arnaldi e attualmente da Matteo Cerchi (gia' Evolution So Far). La prima uscita su 7" è del 1995. Negli anni seguenti la discografia si è arricchita di numerosi altri singoli in vinile ( su etichette punk Italiane come PANIC/HELTER SKELTER, HANGOVER, MAD DRIVER ecc) ed i Manges hanno suonato in quasi tutta la penisola e hanno fatto un lungo tour attraverso il Regno Unito nell'estate del 1998. L'uscita del cd "rocket to you" (KOB RECORDS, poi autoprodotto), una compilazione del loro materiale migliore fino a quel momento, ha permesso alla band di allargare il proprio pubblico. I dischi dei Manges oggi vendono in tutto il mondo inclusi Nord America e Giappone. Recensioni positive sono apparse sulle più grandi fanzines mondiali come MaximumRock'n'roll, Hitlist, OX e Rock Sound UK, così come sulle maggiori riviste italiane come Rumore e Rocksound. Nel maggio 2001 i Manges si sono recati a New york dove hanno registrato il loro primo vero album "Manges 'R' good enough", prodotto da Guru Kowalskis. Il disco include collaborazioni con Joe King (Queers), Kitty Kowalskis, Mike Hoffman(Vacant Lot e kowalskis). L'album è uscito su cd/lp a settembre 2001 su STARDUMB RECORDS (Rotterdam). La promozione del disco ha portato i Manges in tour attraverso Italia, Svizzera, Austria, Germania, Olanda e Belgio nel settembre 2001. Durante l'estate 2002 John Pierson (chitarrista per Screeching Weasel, Mopes, EvenInBlackouts) si e' unito alla band per tutto il tour che ha portato i Manges attraverso tre quarti degli Stati Uniti, 20000 km…

________________________________________ Metarock live Club
Cascina (PI), via Tosco Romagnola 656.
Infoline 050 40821 / 339 5847774
info@metamusic.it / www.metamusic.it
apertura ore 22:00 tutti i giovedì, venerdì e sabato
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.