Concerto Primo Maggio 2014, Roma: dentro Tiromancino e Perturbazione. Il cast

E' stato annunciato oggi il cast del Concerto del Primo Maggio, come da tradizione in programma a Piazza San Giovanni, a Roma: la manifestazione organizzata dai sindacati CGIL, CISL e UIL - che verrà trasmessa in diretta televisiva come in occasione delle passate edizioni da RAI3, che le dedicherà il palinsesto dalle 3 del pomeriggio a mezzanotte, avrà come protagonisti, quest'anno, Clementino, Bandabardò, Piero Pelù, Tiromancino, Modena City Ramblers, Stefano Di Battista e 50 sax del Conservatorio Santa Cecilia, Francesco Di Bella, Taranproject con Daniele Ronda, Perturbazione, Brunori Sas, Enrico Capuano, P-Funking Band, Levante, Alberto Bertoli, i vincitori della passata edizione dell'1MFestival Crifiu e altri artisti che verranno annunciati nei prossimi giorni, oltre che ai tre vincitori dell'annuale edizione del contest associato al concertone, che quest'anno avrà per tema "Le nostre storie - Accordi e disaccordi delle nostre radici, della nostra memoria e del nostro domani".

Lo scorso febbraio, con lo storico organizzatore dell'evento Marco Godano, si era parlato di discontinuità e di cambio di format per una manifestazione che aveva un grande bisogno di novità: "E a fare la differenza, nel 2014, ci sarà innanzitutto il tema, ma anche la conduzione meno urlata rispetto che al passato (affidata a un trio composto da Edoardo Leo, Francesca Barra e Mario Vergassola, ndr), e gli ospiti (tra gli altri, i giornalisti Aldo Cazzullo e Federica Sciarelli, il fondatore di Slow Food Carlo Petrini, e i comici Nino Frassica e Max Paiella, ndr), che porteranno sul palco in maniera riflessiva argomenti della nostra storia e di grande attualità: Frassica, ad esempio, oltre che ai suoi numeri offrirà al pubblico anche la lettura di una poesia di Ignazio Buttitta sulla strage di Portella della Ginestra".

Più contenuti e meno sfarzo, anche se resterà in programma il momento tradizionalmente dedicato all'esecuzione dell'inno nazionale - solitamente piazzato in apertura di prime time - durante il quale non mancherà "una sorpresa": "E altre ne annunceremo nei prossimi giorni", prosegue Godano, "Una piccola grande anticipazione posso già darla: insieme a Clementino ci sarà anche Rocco Hunt". E avrebbe dovuto esserci anche Edoardo Bennato, al quale l'organizzazione è stata costretta a rinunciare per un conflitto nell'agenda dell'artista partenopeo: "Lui è il più grande cantastorie che abbiamo", spiega il promoter, "Ho tardato a chiamarlo e quando l'ho fatto lui aveva chiuso un accordo solo due giorni prima per un concerto, lo stesso giorno, in un'altra città. E ci fa immensamente piacere avere con noi Rocco Hunt, che lo ho omaggiato rileggendo la sua 'Un giorno credi'".

Non mancano, nel cast, ospiti classici del concertone, Modena City Ramblers e Bandabardò, i "complessi del Primo Maggio" per definizione che lo scorso anno Elio e le Storie Tese presero bonariamente per i fondelli proprio in piazza San Giovanni: "Li ho voluti e cercati, proprio come lo scorso anno ho voluto e cercato Elio", assicura Godano, che non teme il bagaglio - più o meno caricaturale, a seconda dei punti di vista - che la sua creatura si porta dietro. Anzi: "Mi sembra perfettamente nello spirito del periodo che stiamo passando. Quest'anno abbiamo tagliato lo sfarzo, eliminando l'orchestra, abbiamo fatto i conti con pesantissime limitazioni al budget, e allargato l'orizzonte anche alla testimonianza e alla riflessione, ma non può mancare l'intrattenimento. I Modena City Ramblers - che festeggiano quest'anno il loro ventennale - e i Bandabardò - coi quali stiamo lavorando a un progetto molto importante - sono lo spirito della piazza e della festa, che, in ultima analisi, è il vero spirito del Concerto del Primo Maggio".
 

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.