@Live, la guida ai concerti del weekend: Anna Calvi, Moderat, Alpaca Sports

Il 21 febbraio del 1987, la testa della classifica inglese cambia e al primo posto sale un pezzo uscito addirittura nel 1961, la bellezza di sedici anni prima. L’autore di questo pezzo è Ben E King, il titolo “Stand by me”; stiamo parlando di un vero e proprio classico. La storia dietro questa "curiosità" è abbastanza semplice. Nel 1987 “Stand by me” gode di una seconda giovinezza grazie all’omonimo film diretto da Rob Reiner uscito l’anno prima e di cui il pezzo è, ovviamente, parte della colonna sonora. Il film ha un grande successo e la canzone torna prepotentemente in classifica, nonostante i sedici anni di età.

A un pezzo come “Stand by me” sono serviti sedici anni per arrivare sul gradino più alto del podio e da lì puntare all’eternità. Avete mai pensato a quanti gruppi, quanti pezzi vengono messi da parte? A volte serve tempo per riconoscere o apprezzare la bellezza. L’importante è saper cogliere ogni occasione. Per la musica dal vivo vale la stessa regola: sono tantissime le storie legate a band viste dal vivo in location minuscole, e poi diventate, per dire, gli U2, i Radiohead, Bruce Springsteen. Band che magari oggi adoriamo e per cui facciamo a gara per comprare il biglietto, quando qualche anno fa li potevi vedere per pochi spiccioli senza nemmeno fare la coda all’ingresso. Ecco perché con @live teniamo sempre gli occhi aperti. Si sa mai che i nomi che passano sulla nostra rubrica un giorno diventino i nuovi U2, i nuovi Radiohead, il nuovo Bruce Springsteen. Questo fine settimana il nostro menù poi è particolarmente ricco. Abbiamo per le mani gente nuova e altra, per così dire, meno nuova; di generi diversi e con date sparse in tutta Italia. C’è però una cosa che hanno tutti in comune: dal vivo sono tutti un’occasione da non perdere.



Iniziamo dunque con il nome più grosso attualmente in ballo. Loro sono i Depeche Mode, hanno già suonato a Torino e Milano e questa sera chiuderanno il loro tour italiano con la data alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Il discorso qui è lo stesso fatto martedì: non c’è molto da dire sui Depeche Mode. Sono i Depeche Mode: tu mettili su un palco e la magia si compie.
Ad insidiare il loro trono però, c’è una dama che ha tutta l’intenzione di vendere cara la pelle. Lei è Anna Calvi e per i prossimi otto giorni ne sentiremo parlare praticamente ovunque. Anna è tornata, infatti, in Italia per presentare il suo nuovo, bellissimo, “One breath” a distanza di pochi mesi dalla data zero al teatro Parenti di Milano. Questa volta Anna ha tutta l’aria di voler fare le cose in grande: sono ben quattro gli appuntamenti in programma e tutti sono avviati verso il sold out. Si comincia questa sera all’Hiroshima di Torino, per poi passare domani all’Estragon di Bologna. Domenica giornata di riposo e lunedì si riprenderà a Roma, all’Auditorium Parco della Musica. Dulcis in fundo, Anna tornerà a nord, più precisamente allo splendido teatro Grande di Brescia, per chiudere definitivamente il conto con noi italiani.

Contenuto non disponibile


Giocati i due carichi, passiamo alle occasioni più ricercate. I nomi che vi proponiamo sono tre per questo fine settimana, più un paio di anticipazioni legate alla settimana prossima. Sabato sera i Crystal Stilts saranno di scena al Mattatoio di Carpi, domenica al Traffic di Roma. Per gli Alpaca Sports (questi teneteli davvero d’occhio perché sono dei fenomeni) si parla invece del circolo Ohibò di Milano, sabato, e del Black Market di Roma, domenica. Ultimi, Moderat. Ecco, su Moderat vogliamo esporci un po’. Perché l’unione di due act come Apparat e Modeselektor ha generato fin qui due album pazzeschi. Perché Moderat è uno dei nomi di punta dell’elettronica mondiale. Perché noi abbiamo un debole per tutto ciò che arriva da Berlino e dal vivo sono una botta. Ecco, per questi motivi i Moderat erano un’occasione da non perdere: il live di domani sera all’Alcatraz, infatti, è andato sold out in pochissimo tempo. Beato chi ha saputo coglierla.

Settimana prossima occhi bene aperti: in arrivo ci sono le Savages e Trentemøller.

Bene, come di consueto, prima di chiudere permetteteci di fare gli auguri di buon compleanno al festeggiato del giorno. Oggi vogliamo ricordare una delle più grandi voci della storia della musica, che oggi avrebbe compiuto ottantuno anni: Nina Simone, nata il 21 febbraio del 1933, e scomparsa nel 2003. Per quanto riguarda noi, invece, il prossimo appuntamento è fissato per martedì con una nuova selezione speciale firmata @Live. Se però nel frattempo non riusciste a sopportare l’attesa, su Rockol potete trovare news, photo gallery, ancora concert e recensioni: il tutto a portata di click.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.