Battisti: funerali, tributi e polemiche

Battisti: funerali, tributi e polemiche
Rispettato a metà il desiderio di privacy di Battisti e della sua famiglia al funerale tenutosi a Molteno, in provincia di Lecco. Giornalisti, telecamere, centinaia di ammiratori attendevano e scrutavano, complice un muro non impenetrabile agli sguardi, di vedere chi c’era e cosa succedeva. Non condividendo certe morbosità, evitiamo descrizioni e dettagli.
Grande successo del mega-karaoke di Canale 5, di cui abbiamo riferito ieri: quasi 9 milioni di spettatori per la serata in diretta da piazza del Campidoglio. I cantanti però hanno molto da ridire sulle interruzioni pubblicitarie. Maurizio Vandelli ha detto: «Ho capito che la serata stava diventando un’altra cosa, e allora ho chiesto il mio abituale compenso, che poi devolverò a “30 ore per la vita”». Mario Lavezzi ha invece rifiutato di partecipare: «Vorrei sapere che fine farà l’incasso pubblicitario della serata. (...) Io avrei fatto una cosa alla Bob Geldof. Invece è venuta fuori una cosa all’italiana, provinciale. Si sentiva puzza di karaoke. Salvo solo due cose, nello show: la gente autenticamente commossa e il fatto che sul palco ci fossero alcuni battistiani credibili».
Maurizio Costanzo, direttore di Canale 5 e ideatore dell’iniziativa, ha così risposto: «Se a qualcuno non è piaciuto, pazienza. Senza la pubblicità non ci sarebbe potuta essere nessuna serata. Ornella Vanoni ha fatto sapere che non avrebbe mai partecipato? E chi l’ha chiamata! Certo che era un karaoke, questo era lo spirito della serata. Quella di Vandelli poi è una bugia: fin dall’inizio era stabilito che prendesse il suo compenso, anche lui come tutti gli altri, e che lo avrebbe devoluto in beneficenza. Sa che siamo una tv commerciale, se non gli andava poteva declinare l’invito».
A proposito di cantanti battistiani e post-battistiani, interessante l’intervento di Marinella Venegoni su “La Stampa” (intitolato “La doppia eredità di un canto libero) che, esaminando il panorama musicale odierno, indica in Gianluca Grignani un possibile “erede” di Lucio Battisti. Curiosa coincidenza: ieri, sul “Corriere della Sera”, Mario Luzzatto Fegiz riferiva di un incontro avvenuto a Padova venerdì 11 settembre fra Grignani e Mogol.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.